20 CANZONI su Milano per amarla ancora di più

Sono state scritte moltissime canzoni su Milano, vorrei condividere con voi le mie preferite


Sono state scritte moltissime canzoni su Milano, vorrei condividere con voi le mie preferite.

Se ne dimentico qualcuna mi farebbe piacere me le segnalaste nei commenti.


 

20 canzoni su Milano per amare ancora di più la nostra città (elenco in ordine cronologico)

#1 Oh mia bela Madunina (Giovanni D’Anzi, 1935)

Qualsiasi lista del genere deve per forza partire da questa. L’inno della città. Vi consiglio anche la versione ironica fatta da Elio e le Storie Tese al dopofestival di Sanremo del 2008, cantata da Eugenio Bennato.



Ti piace? Vuoi comprare il CD? Fai click Qui…

#2 Porta romana (Giorgio Gaber, 1963)

Poche cose sono più milanesi di Giorgio Gaber.

#3 Il ragazzo della via Gluck (Adriano Celentano, 1965)

Là dove c’era l’erba ora c’è una città. Però, diciamolo, una bellissima città.

#4 Innamorati a Milano (Memo Remigi, 1965)

Sapessi com’è strano sentirsi innamorati a Milano.

#5 Luci a San Siro (Roberto Vecchioni, 1971)

Lacrime, groppo alla gola e ricordo di Tre uomini e una gamba.

#6 Lontana è Milano (Antonello Venditti, 1972)

La gente parte per far fortuna 2000 sogni più in su.

#7 Vincenzina e la fabbrica (Enzo Jannacci, 1974)

Composta per il film romanzo popolare di Mario Monicelli, questo brano è un pezzo di storia.

#8 Milano (Lucio Dalla, 1979)

Milano che quando piange piange davvero.

#9 Il duomo di notte (Alberto Fortis, 1979)

Piroette di sabbia e le guglie del Duomo differenza tra pietra e le voglie di un uomo.

#10 Milano e Vincenzo (Alberto Fortis, 1979)

Mi piacciono i tuoi quadri grigi
Le luci gialle, i tuoi cortei
Oh Milano, sono contento che ci sei.
Vincenzo dice che sei fredda
Frenetica senza pietà
Ma è cretino e poi vive a Roma, che ne sa?

#11 Milano (poveri bimbi di) (Francesco Guccini, 1981)

Poveri bimbi di Milano, numerosi come minuti, viaggiatori di mete fisse, spettatori sempre seduti…

#12 Domenica Bestiale (Fabio Concato, 1982)

Sapessi amore mio come mi piace partire quando Milano dorme ancora
vederla sonnecchiare e accorgermi che è bella
prima che cominci a correre e ad urlare.

#13 Milano circonvallazione esterna (Afterhours, 1999)

Quattro e mezza di mattino per la radio sono troppo triste e il dj non mi parlerà.

#14 Milano Milano (Articolo 31, 2002)

Tra la ringhiera e il sogno americano, ci sono anch’io, Milano Milano!

#15 Un romantico a Milano (Baustelle, 2005)

Porta ticinese piove ma c’è il sole quando il dandy muore fuori nasce un fiore…

#16 Ti amo anche se sei di Milano (Fabrizio Moro, 2007)

Ti ricordi che ti amo anche se sei di Milano.

#17 Boxe a Milano (Pacifico, 2009)

Boxe a Milano, Nebbia sudava il naviglio, Freddo in Stazione Centrale.

#18 Amo Milano (Dargen D’Amico, 2014)

Amo Milano perché quando il sole sorge nessuno se ne accorge.

#19 Come Milano (Ghali, 2014)

Oh, oh, mi odio e mi amo, come Milano, come fai te.

#20 SorrisoMilano Dateo (Calcutta, 2019)

Dal cielo piovono cocktail, Police in helicopter, Su Sesto San Giovanni, Manca un’ora e arriva il lunedì

ANDREA ZOPPOLATO (CON IL CONTRIBUTO DI FRANCESCO BOZ)

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.