La CITTÀ più PICCOLA d’Italia

Non chiamatela borgo che i suoi abitanti si arrabbiano

Credits: @benjamin.kienig136 Glorenza

Qual è la città più piccola d’Italia? In un Paese che fa la collezione di borghi molto piccoli, non sembra strano trovare paesi dalle dimensioni ridotte. Ma qual è la città più piccola?

 

La CITTÀ più PICCOLA d’Italia

# La “città” di 913 abitanti

@little_sunflower_genoa
Glorenza

La città più piccola d’Italia è Glorenza e si trova in Alto Adige, in Alta Val Venosta, a pochissimi chilometri dal confine svizzero e non lontana anche dal confine con l’Austria. Nelle vicinanze del paese nasce il fiume Adige che inizia a scorrere proprio nel paese. Eppure chiamare Glorenza “paese” o “borgo” risulta sbagliato. Con 13 chilometri quadrati di area e solo 913 abitanti, Glorenza è il più piccolo comune dell’Alto Adige a definirsi “città”. Non solo: è anche la più piccola città italiana in assoluto.


# Perché si considera “città”?

La domanda sorge spontanea: come può un borgo così piccolo fregiarsi del titolo di città? La cittadella ebbe un ruolo particolarmente importante nel Medio Evo come fortezza e come mercato, e così già nel 1300 si fregiò del titolo di “città”. Titolo mai tolto anche perché, forse per la sua importanza storica, gli abitanti sono molto orgogliosi di questa denominazione che trasmette un senso di grandezza per un nome che rimanda a un passato glorioso. Per risaltare le sue piccole dimensioni, a Glorenza c’è un detto tra gli abitanti: “La nostra città è così piccola che dobbiamo andare a messa fuori dalle mura”.

# Le mura che difendono la sua medievalità

@roberta.lucchesi
Glorenza

Glorenza fu circondata da imponenti mura, ancora oggi ben visibili e che difendono la città. Non si parla più di una difesa militare, ma di mura che difendono lo spirito medievale di Glorenza, città i cui edifici sono ancora intoccati e luogo che mantiene la sua storicità. Glorenza, o Glurns in tedesco, è una città ricca di posti da visitare.

Qui c’è ancora la piccola chiesa originale, case signorili (come la Casa del Balivo, una bella residenza signorile con degli smerli, la Casa Frölich con bellissimi affreschi all’interno e la Casa Gebhard e la Casa Frölich con bellissimi affreschi) e alcuni eventi fieristici.



Continua la lettura con: Il BORGO più BELLO d’Italia si trova a UN’ORA da Milano

BEATRICE BARAZZETTI

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/