Perché MILANO non è ZONA a rischio TERREMOTI?

Milano è una zona a rischio terremoti? Vediamo perché possiamo dormire sonni tranquilli

credit: tgcom24.mediaset.it

Milano è una zona a rischio terremoti? Vediamo perché possiamo dormire sonni tranquilli.

Perché MILANO non è ZONA a rischio TERREMOTI?

La scossa di terremoto avvertita alle 17 del 17 dicembre 2020 ha avuto il suo epicentro a Milano, per la precisione a Pero. Sembra che un terremoto come questo non accadesse da 500 anni: è noto infatti che in passato si siano avvertite scosse solo per terremoti lontani. Questo perché Milano è in una delle poche zone a basso rischio sismico d’Italia. Vediamo perché.


# Qual è la zona sismica della Lombardia?

credit: ingegneriasismicaitaliana.com

Il territorio lombardo è stato suddiviso con la Delibera della Giunta Regionale della Lombardia dell’11 luglio 2014 n. 2129 in tre zone sismiche. Queste zone rappresentano i diversi gradi di pericolosità in base all’intensità e frequenza dei terremoti del passato. Il criterio che è stato adottato è l’accelerazione orizzontale massima (ag) su suolo rigido o pianeggiante, che ha una probabilità del 10% di essere superata in 50 anni.

Le tre zone, con grado di sismicità decrescente, sono:

  • Zona 2 – In questa zona forti terremoti sono possibili
  • Zona 3 – In questa zona i forti terremoti sono meno probabili rispetto alla zona 1 e 2
  • Zona 4 – E’ la zona meno pericolosa: la probabilità che capiti un terremoto è molto bassa

Come si evince dalla mappa, in Lombardia non ci sono comuni in Zona 1, ovvero con un alto rischio sismico. La maggior parte dei comuni, per l’esattezza 1027 comuni, sono in Zona 3 e ce ne sono altri 446 in Zona 4. Solo 57 sono invece in Zona 2, quindi con un alto rischio sismico.



# Milano è davvero al sicuro?

mappa zone a rischio sismico in Italia

Dopo il terremoto dello scorso dicembre i milanesi hanno iniziato a chiedersi se possono considerarsi davvero al sicuro e la risposta è senza dubbio sì. Infatti Milano è stata classificata come una zona con una bassa sismicità, la Zona 3.

Se volessimo invece concentrarci sui territori che circondano Milano, vedremmo chiaramente che in tutta la Città Metropolitana non vi sono comuni che rientrano nella Zona 2. L’epicentro del terremoto percepito a dicembre non è stato Milano ma Pero, che presenta una pericolosità ancor più bassa.

Tra l’altro Milano è ai confini della zona 4 che è quell’area che ha ancora meno rischi sismici. Dal punto di vista morfologico il motivo è resto detto: Milano è posta in un terreno più simile a sabbia che a roccia, ed è lontana da faglie e dalle dorsali caratterizzate da un’azione tellurica, ossia che stanno divergendo o si stanno avvicinando. 

Milano e, più in generale, la Regione Lombardia, escludendo alcuni territori vicino Brescia, non sono zone a rischio terremoto.
Quindi possiamo dormire sonni tranquilli. Probabilmente per altri 500 anni. 

Leggi anche: Come andrà a finire? 5 scenari APOCALITTICI causati dal Covid

ROSITA GIULIANO

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte        

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)        

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.