La storia delle 5 VIE, il quartiere a forma di STELLA

E' il quartiere più antico della città ma anche un punto di riferimento esoterico e della "Milano nera". Scopriamo la sua storia affascinante

Credits: lamarydiaries.weebly.com - Le 5 vie

E’ il quartiere più antico della città: esiste sin dall’epoca dell’Impero Romano e rimane un’area ricca di monumenti, fra resti imperiali, palazzi, musei e chiese, anche se molte tracce sono perdute. Scopriamo la sua storia affascinante.

La storia delle 5 VIE, il quartiere a forma di STELLA

# Il quartiere più antico della città

Foto dell’epoca Cinque Vie

Le Cinque Vie, il quartiere più antico di Milano, esiste sin dall’epoca dell’Impero Romano, è formato da stradine che si incrociano come una stella in un’area ricca di monumenti, fra resti imperiali, palazzi, musei e chiese. Qui infatti fu costruito il foro romano, poco più a sud del preesistente villaggio celtico, Medhelan.


Credits: lasorgente.net – Milano Celtica

# Le 5 vie della stella

A pochi passi dalla Basilica di Sant’Ambrogio, dal Duomo, dal Cordusio e dal Castello Sofrzesco, le Cinque Vie di Milano sono queste: Via del Bollo, Via Santa Marta, Via Santa Maria Podone, Via Santa Maria Fulcorina e Via Bocchetto.

Via Santa Maria Podone è la strada che ospita e dà il nome a una fra le chiese più antiche di Milano, risalente al nono secolo e fondata su un terreno donato dallo stesso Vuerolfo Podone o “Pedone”, così si dice per le dimensioni dei piedi.

Chiesa di Santa Maria Podone

# Il confine erano le proprietà della famiglia Borromeo

Palazzo Borromeo

L’incrocio delle “Cinque Vie”, una volta era circondato da abbondanti e colorate boutique oltre che dagli egregi palazzi appartenuti originariamente alla famiglia Borromeo, come quelli di Carlo e di Federico. Il primo era patrono della città, e una sua statua in rame di Bussola è oggi posizionata su una colonna degli inizi del diciassettesimo secolo. Le loro proprietà sono andate prevalentemente danneggiate durante la Seconda guerra mondiale, come quella di Palazzo Borromeo di cui è sopravvissuta solo una piccola parte grazie all’intervento nell’immediato dopoguerra di Ferdinando Reggiori.



# Il centro della “Milano nera”

Lo scorcio che si apre al centro delle cinque vie non sembra regalare alcunché di significativo, ma ci si sono alcuni elementi caratteristici e a tratti inquietanti. Come il brandello di quello che pare essere un abito o, almeno, essere stato un abito. Da oltre 70 anni lo si può vedere sventolare attraverso un’apertura dell’edificio abbandonato e disastrato dai bombardamenti delle seconda guerra mondiale, in Via del Bollo.

In questa via anticamente sorgevano gli uffici postali, non a caso a pochi passi sbuca il Palazzo della Posta Centrale, negli anni Trenta il Banco di Roma preferì la zona per aprire una filiale, e oggi nei dintorni troviamo la Borsa di Piazza Affari. Segnale dell’importanza storica del quartiere dal punto di vista commerciale e economico.

La forma a stella ha sempre evocato un significato esoterico che si è trasmesso nei secoli. Questo quartiere infatti veniva in passato considerato il centro della “Milano nera”, il luogo dell’occulto e dello spiritismo della città. 

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato