La MELA di Pistoletto: il significato dell’opera d’arte che che presenta Milano al mondo

È la prima opera d'arte che si vede arrivando a Milano in treno e l'ultima che ci saluta quando dobbiamo partire. Ma che cosa significa?

La Mela di Pistoletto davanti al Duomo

È la prima opera d’arte che si vede arrivando a Milano in treno e l’ultima che ci saluta quando dobbiamo partire. Chi di noi non si è mai chiesto cosa ci fa una mela di 8 metri di altezza e 11 tonnellate di peso, davanti alla Stazione Centrale?

La Mela di Pistoletto: il significato dell’opera d’arte che presenta Milano al mondo

Realizzata per Expo 2015


 

Dobbiamo tornare indietro al 2015, anno di EXPO. Michelangelo Pistoletto, artista biellese, legato alla corrente dell’arte povera, realizza per il sagrato del Duomo un’enorme Mela con una sorta di morso ricucito ad essa, interamente ricoperta di muschio, la Mela Reintegrata. Una mela morsa e ricomposta insomma, a suo modo in linea con le tematiche del green e dell’alimentazione sostenibile di cui l’esposizione universale si faceva portavoce. Terminata EXPO anche la mela fu ricollocata in Parco Sempione ma.. ammettiamo, non si sapeva bene cosa farne finché non fu siglato un accordo tra l’autore, Cittadellarte, il FAI e il comune di Milano, accordo con il quale “La Mela” veniva definitivamente donata dall’artista al città.

Il 21 marzo 2016 fu presentata nella sua nuova location, di fronte alla Stazione Centrale, come suggerito dallo stesso Pistoletto quando definì il suo lavoro come “un’opera simbolica che si apre al mondo, così come la stazione ferroviaria, anche simbolicamente, apre la città al mondo”.



Prima naturalmente le fu rifatto il look, siamo nella città del fashion dopotutto. Dismesso il green la Mela fu rimodellata con intonaco argilloso mescolato a polvere di marmo: il risultato fu un bianco brillante che ben si fonde con i toni chiari della Stazione e del piazzale antistante.

Il reale significato della mela

Ma qual è il suo significato? E’ solo una mela molto molto grande o vuole dirci qualcosa di più? Si ripresenta chiaramente la simbologia biblica del morso di Eva al frutto della conoscenza ma è proprio l’autore stesso che di nuovo ci chiarisce ogni dubbio:

“il simbolo della mela attraversa tutta la storia che abbiamo alle spalle, partendo dal morso, che rappresenta il distacco del genere umano dalla Natura e l’origine del mondo artificiale. La Mela Reintegrata rappresenta l’entrata in una nuova Era, nella quale mondo artificiale e mondo naturale si ricongiungono generando nella società un equilibrio esteso a diffusione planetaria.

Il simbolo della Mela Reintegrata rappresenta la ricomposizione degli elementi opposti: natura e artificio. La mela significa natura, il morso significa artificio, così come lo vediamo utilizzato in un marchio di computer mondialmente diffuso posto ad emblema della tecnologia che sostituisce integralmente la natura. Con la Mela Reintegrata l’artificio assume il compito di ricucire la parte asportata del morso e ricongiungere l’umanità alla natura, anziché continuare ad allontanarla da essa.”

Continua la lettura con: Il monumento più brutto di Milano

ROBERTO BRACCO

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


1 COMMENTO

Comments are closed.