10 LUOGHI ICONICI di Milano che nascondono un SEGRETO

Il Duomo e molti altri posti cult di Milano, dopo questa lettura, li guarderemo con occhi diversi…


Ci vediamo davanti al portone del Duomo! Chi non si è mai dato appuntamento davanti alla sua entrata? Abituati a varcare la soglia di casa solo per spesa e farmacia, questa domanda sembra appartenere a un altro tempo.

Il Duomo e molti altri posti cult di Milano, dopo questa lettura, li guarderemo con occhi diversi


10 LUOGHI ICONICI di Milano che nascondono un SEGRETO

#1 Il Duomo e la statua di libertà originale

Foto: Andrea Cherchi (c)

Forse non sapevi che sulla facciata del Duomo c’è la Statua della Libertà originale.
Tra le 3200 statue che costellano la Cattedrale, la si trova sul lato sinistro del balcone, sopra il portone centrale della Basilica. Costruita nel 1810, anticipa quella regalata dai francesi agli americani di oltre settant’anni.

#2 Gae Aulenti e le voci della città

Ph. Andrea Cherchi

Forse non sapevi che da qui si può ascoltare tutta Milano.
Le voci della città è l’opera scultorea di Alberto Garutti, che si sviluppa in verticale attraversando l’architettura per quattro livelli, dai piani del parcheggio a quelli superiori, e si compone di 23 tubi in metallo cromato ottone. “Questi tubi”, come scrive nella targa l’artista, “collegano tra loro vari luoghi e spazi dell’edificio. Quest’opera è dedicata a chi passando di qui penserà alle voci e ai suoni della città“.



#3 Brera e i suoi bordelli

Forse non sapevi che era un quartiere a luci rosse.
Le più popolari case chiuse di Milano erano nelle due stradine parallele di Brera: via Fiori Chiari e via San Carpoforo, addirittura con tre bordelli ai numeri 3, 5 e 8.

bordello di brera
bordello di brera

#4 L’Anteo e le sale dedicate a vecchi cinema di Milano

Forse non sapevi che tutte le sale hanno il nome di un vecchio cinema di Milano.
Sono 11 le sale del Palazzo del Cinema Anteo, e ognuna porta il nome di un cinema storico di Milano, oggi chiuso. Abadan, President, Astoria, Excelsior… In più, una sala è destinata esclusivamente ai film in lingua originale.

#5 Sarpi e il primo pioniere cinese 

Ph. Andrea Cherchi

Forse non sapevi che uno dei primi immigrati del quartiere fu il signor Wang Sang.
Arrivato nel 1937 aprì il suo laboratorio di pelletteria. Ancora oggi la sua famiglia gestisce l’Oriente Store, all’incrocio tra via Bramante e via Paolo Sarpi.

#6 Castello Sforzesco e la Tosa Porno

Forse non sapevi che qui puoi vedere la Tosa porno.
Tosa in questo caso significa “rasata”. In passato corso di Porta Vittoria era chiamato “Borgo di Porta Tosa” e prendeva il nome da una scultura del XII secolo sovrastante la porta fino al 1848 e che ora viene esposta al Museo di Arte Antica del Castello Sforzesco.
La scultura ritraeva una figura femminile, immortalata nell’atto di radersi il pube con un rudimentale rasoio.

#7 CityLife e l’abbraccio tra i grattacieli

Forse non sapevi che la terza torre è un abbraccio.
La torre Libeskind, anche detta la curva, è piegata su sé stessa quasi a voler baciare il grattacielo di Zara Hadid. Il progetto in origine, però, era molto più ardito: il grattacielo doveva essere una vera e propria “C” con un grande sbilanciamento in avanti, ma la sua realizzazione sarebbe stata troppo complessa e dispendiosa. Così, è stata un po’ raddrizzata e il bacio si è trasformato in un abbraccio.

#8 Corso Buenos Aires e i passi per percorrerla

Forse non sapevi che per percorrerla tutta bisogna contare fino a 2.667.
E per chi è alto oltre il metro e settanta, fino a 2.286. Questi sono i passi per percorrere una delle strade commerciali più lunghe d’Europa, ben 1.600 metri che si sviluppano interamente all’esterno della cinta delle mura spagnole.

#9 Parco Sempione e il ponte dell’amore eterno (confiscato ai Navigli)

Forse non sapevi che c’è un ponte dei Navigli.
Il Ponte delle Sirenette di Francesco Tettamanzi era un tempo sul naviglio in via Visconti di Modrone e venne portato al Parco Sempione in occasione della copertura della cerchia nel 1930. Il ponte è l’angolo preferito dagli innamorati: la leggenda dice che chi si bacia sopra vivrà un amore eterno. 

#10 A passeggio per i segreti della città

Oltre a questi posti, ci sono le bancarelle del mercatino dell’antiquariato di Brera o sul Naviglio Grande, si può fare una biciclettata al Milano CycloPride Day, scoprire i cortili e le stanze all’Open House Milano, fare un salto alla Sagra della rana, fare due salti al Carroponte, berci una pinta alla Festa della Birra all’Idroscalo…

Continua la lettura con: Luoghi magici di Milano

BARBARA VOLPINI

Copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata ai siti internet che commettono violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte        

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)        

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.