Milano Tabriz Pechino Città del Messico e San Pietroburgo alleate contro l’inquinamento

Tokio è una delle città a più alto rischio sismico. Ma è anche una delle città al mondo più sicure contro i terremoti. Questo è accaduto perché ha sviluppato le migliori tecnologie antisismiche del mondo. A noi piacerebbe che Milano acquisisse questo tipo di approccio nei confronti dell’inquinamento atmosferico. A Milano nel corso dell’ultimo anno, la soglia di allerta dei livelli di inquinamento è stata superata per oltre 100 giorni e più volte l’Unione Europea ha denunciato la nostra città per la sua incapacità di fronteggiare questa piaga che colpisce la salute di tutti noi.

I dati sono allarmanti: secondo l’OMS ogni anno a Milano muoiono 5000 persone a causa dell’inquinamento atmosferico. E ognuno di noi, se non si interviene, vivrà in media un anno di meno per questa causa. Sono dati allarmanti contro cui dobbiamo ammettere che nessuna amministrazione ha fatto qualcosa di concreto: sono almeno 40 anni che ogni volta che si supera il picco di inquinamento l’unica politica che viene attuata è quella di limitare il traffico.

Uno dei progetti prioritari di Milano Città Stato è Milano città leader contro l’inquinamento atmosferico, in cui si illustra come la lotta all’inquinamento deve diventare una priorità dell’amministrazione che deve promuovere alleanze con città e l’adozione delle migliori tecnologie per l’abbattimento dell’inquinamento atmosferico.

Per questo Milano Città Stato ha deciso di appoggiare l’iniziativa Smart Cities Against Pollution (www.scapforum.com) che vedrà la nascita di un’alleanza tra città internazionali e imprese unite dalla lotta all’inquinamento atmosferico, in un evento unico in programma giovedì 21 luglio presso il Salone d’Onore della Triennale (dalle 9 alle 15.30).

In tale occasione ci saranno delegazioni di città internazionali, insieme a imprese e organizzazioni attive nella lotta contro l’inquinamento atmosferico e speaker di grande valore. Verranno anche assegnati i premi per chi è in prima linea contro l’inquinamento.

L’evento è gratuito e aperto al pubblico. Siete tutti invitati: qui per prenotarsi (Evento). Ha come partner Unicredit e Banca Intesa, la Rai ed è patrocinato dal Ministero della Salute, dal ministero dell’ambiente, dalla presidenza dei ministri, dalla regione Lombardia, dal Comune di Milano e dalla Legaambiente.

All’evento saranno presenti il ministro Lorenzin, insieme al sindaco di Tabriz e ad assessori o delegati dei comuni di Città del Messico, Bejing e San Pietroburgo che vengono dal loro Paese apposta per questo evento. Per questo gli organizzatori ritenevano opportuna la presenza del sindaco di Milano: hanno provato a invitare Sala, forti di questo appello pubblico (Appello per Milano), ma ha rifiutato dicendo che ha altri impegni istituzionali. Anche altri assessori sono stati invitati ma al momento hanno rifiutato.  Quindi nessuna persona della giunta sarà presente a questo evento.

Milano Città Stato ha deciso di dare il suo patrocinio e di supportare l’iniziativa perché crediamo che per la città di Milano la lotta all’inquinamento sia una priorità assoluta e che passi necessariamente attraverso la collaborazione con altre città del mondo e con le migliori tecnologie esistenti. Milano Città Stato è proprio questo: una città che deve tornare ad essere dei cittadini e deve avere tra le priorità la salute e la pulizia dell’ambiente in cui viviamo.