Urban surviving: 10 cose che ti servono per sopravvivere a Milano

Milano può rivelarsi un luogo più spietato della giungla. Per chi si vuole avventurare in città senza rischiare di rimanere esclusi, abbiamo preparato una lista di 10 cose essenziali che bisogna avere.

sopravvivere a Milano

10 cose che ti servono per sopravvivere a Milano

#1 Lo smartphone

Con quello non ti senti estraneo al mondo milanese. Se sei in difficoltà puoi darti un tono dando un’occhiata al display. Se ti serve qualcosa puoi trovare l’app che ti è più utile. Se hai bisogno di ricevere l’affetto delle persone puoi lasciarlo cadere sul pavé.

#2 La macchina (se vuoi andare fuori Milano)

Indispensabile per recarti a cene, occasioni mondane, eventi, per andare al mare e per avere una scusa pronta quando arrivi tardi agli appuntamenti, “scusate, non trovavo parcheggio”.

#3 Un paio di scarpe da ginnastica

Se no sei tagliato fuori dal giro dei runner e dei radical chic ironici.

#4 La tessera del supermercato

Fondamentale per raccolta punti e per riempire uno slot del portafoglio. Poi è sempre bello quel senso di appartenenza a un gruppo.

#5 L’iscrizione al car sharing (e al bike sharing)

Molto cool. Talvolta anche utile. Sicuramente dilettevole.

#6 Più Outfit

Uno di rappresentanza, uno casual, uno casual chic, uno da inaugurazione. Ma ricorda che gli outfit sono come le mosse segrete dei cavalieri dello zodiaco, la stessa non funziona mai due volte.

#7 Lo scooter

Per le convocazioni immediate e urgenti. Ma soprattutto per quel senso di superiorità che ti dà rispetto ai poveri automobilisti imbottigliati nel traffico.

#8 Un k-way o spolverino

Contro la pioggia improvvisa. Perché per sopravvivere a Milano bisogna essere pronti a tutto, anche a fingersi Humphrey Bogart.

#9 Una scrivania d’appoggio in un coworking

Per non essere tagliati fuori dal mondo lavorativo e per provarci con le ragazze in carriera.

#10 Network di conoscenze

Se non conosci nessuno non vai da nessuna parte.

CONDIVIDI
Articolo precedenteCoreani visionari: con la pioggia le vie si trasformano in opere d’arte (IMMAGINI)
Articolo successivo10 meraviglie che cambieranno la faccia di Milano tra 10 anni
Ivan Salvagno
Milanese. Cittadino civico, indipendente, visionario, "spronatore" di politici. Imprenditore nel settore informatico dal 1997. Seguo con interesse la vita della nostra Milano, partecipo ai comitati (veri) e alle battaglie civiche della nostra Milano. Osservatore / conoscitore / critico dei lavori pubblici, specialmente su Milano; inclusi scempi, sprechi di denaro pubblico e superfetazioni edilizie. Ideatore della pagina https://www.facebook.com/noasfaltoit/ per la sistemazione e tutela del pavé. Pretendo una Milano etica e nuovamente Capitale Morale. Vivibile, ecologica, innovativa ma che rispetti e valorizzi il passato. Sostenitore della città d’acqua; dalla riapertura dei Navigli alla riattivazione delle rogge e sempre nel rispetto della bellezza originaria dei luoghi. Amante dell’eleganza milanese, difensore dei "classici": pavé, tram, case di ringhiera, cascine, etc.