A Milano c’è anche la Città Infernale

All’interno della Fondazione Portaluppi, dedicata al noto architetto in via Morozzo della Rocca 5 (MM Conciliazione) si trovano alcuni gioielli preziosi o comunque molto curiosi. Come i modellini nella sala riunioni: quello di un grattacielo di New York o quello dei blocchi residenziali di Allabanuel (letto al contrario: l’è una balla) o, ancora, il progetto per la città infernale di Hellytown. Oggetto unico al mondo è il pavimento realizzato con tasselli di tutti i marmi italiani.
Tra i palazzi progettati da Portaluppi ci sono il Planetario, l’Arengario e la villa Necchi-Campiglio.

Fonte: Milano insolita e segreta di Massimo Polidoro (Jonglez editore)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here