La storia di Casa Morigi, il luogo simbolo dei collettivi di Milano

A pochi passi dal Duomo si trova Casa Morigi, splendido palazzo quattrocentesco di proprietà del Demanio, ma occupato dal 1976. “Nel 1976 venne abitata per la prima volta sull’onda delle occupazioni europee dove i bisogni sociali erano diventati delle emergenze. E così iniziò il susseguirsi in Casa Morigi di varie persone ma, furono in pochi a fermarsi. Rimasero solo coloro i quali non avevano un altro posto dove andare. Queste persone sentivano la necessità di avere un luogo dove rappresentare la propria storia di identità e fra queste individui ci furono gruppi di omosessuali. Si narra che nacque proprio qui il movimento gay italiano. Ripensando a quelli anni, come può essere definita Casa Morigi? Era sede per le attività dei vari collettivi, luogo di incontro aperto all’esterno nonché una sistemazione per chi aveva problemi di alloggio” (Roberta Liopi, da Affari Italiani).

Fonte: Affari Italiani