10 modi di fare la spesa all’Esselunga

Ogni milanese che ha vissuto all’estero lo sa: una delle cose che gli mancava di più era l’Esselunga. Non c’è supermercato che regga al confronto, anche perchè da noi più che un super è uno stile di vita.

10 modi di fare la spesa all’Esselunga

#1 Quello da inverno nucleare
Svuota il supermercato.

#2 Quello della lista
Tiene stretto in pugno il foglietto come fosse la Magna Carta. E’ una persona priva di libero arbitrio: non si azzarda ad acquistare nulla che non sia scritto in lista.

#3 Quello del qui e adesso
Non riesce a comprare niente che non consumi nello stesso giorno.

#4 Quello delle etichette
Si aggira tra gli scaffali come in mezzo alla giungla. Diffida di tutto. Spesso esce poi senza comprare.

#5 Quello dei pronti in tavola
Non sa cucinare. Per lui esiste solo quel reparto.

#6 L’abitudinario
Entra come un razzo, punta dritto ai suoi obiettivi che non cambia mai. Anche se potrebbe comprare in anticipo per almeno un mese, acquista solo l’indispensabile.

#7 Quello che broccola
Una leggenda metropolitana. Non si è mai visto, neppure a Papiniano. E’ un prodotto dell’ufficio marketing.

#8 Quello che prende il biglietto
Non riesce a stare in coda, prende il numero e poi va a fare gli acquisti, spesso salta il suo numero, non gli serve neanche ma lui ha l’ansia di averlo.

#9 Quello che compra solo gli alcolici

Spesso paga in monetine.

#10 Quello che lascia passare
Perché vede che hai di meno. E’ il jolly dei supermercati.