Le 7 ZONE di Milano dove ci sentiamo più in PERICOLO

Scopriamo quali sono le zone di cui i milanesi hanno più paura

Porta Vittoria. Credits: @ silviettadc IG

Abbiamo chiesto in un sondaggio ai milanesi: “Qual è la zona di Milano dove ti senti più in pericolo?“. Scopriamo quali sono le zone che mettono più paura. 

Le 7 ZONE di Milano dove ci sentiamo più in PERICOLO

#7 Piazza Tirana e gli scontri tra bande rivali (Giambellino)

Credits adalberht_9 IG – Piazza Tirana

Piazza Tirana al Giambellino, una delle zone più difficili di Milano. La riqualificazione dell’arteria stradale che attraversa il quartiere, a corredo dell’apertura delle nuova linea metropolitana M4 nei prossimi anni, e l’azione di urbanistica tattica che ha coinvolto direttamente la piazza non hanno sortito finora un effetto significativo. La presenza di balordi non si è ridotta, così come gli scontri violenti tra bande rivali e cittadini di nazionalità straniera. Zona da evitare quando scendono le tenebre.

#6 I bivacchi di Piazza Bottini (Lambrate)

Credits pollyolmi IG – Piazza Bottini

Piazza Bottini, all’esterno della stazione di Lambrate Fs, è una tra le zone peggio frequentate della città. I bivacchi quotidiani di ubriachi e tossici che assumono alcool e droghe davanti agli occhi di passanti e residenti non sono un bello spettacolo e anzi generano una costante sensazione di allerta.

#5 Stazione di Porta Vittoria, isolata e nel degrado

Porta Vittoria. Credits: @
silviettadc IG

Tutta l’area attorno alla stazione del passante ferroviario di Porta Vittoria, ad est della città, è da anni in attesa della definitiva riqualificazione. Da alcuni mesi sono ripresi i lavori su una porzione dell’area, ma il degrado diffuso e l’isolamento della stazione stessa trasmette una sensazione di insicurezza a chi la frequenta.

#4 Rogoredo, lo slalom tra tossici e sbandati in cerca di elemosina

Credits laeriiika IG – Stazione di Rogoredo

Nonostante la bonifica del Boschetto di Rogoredo, tristemente noto alle cronache come una delle zone di spaccio più grandi d’Europa, la situazione non è migliorata di molto. Continua infatti il via vai da e per la stazione ferroviaria di tossici e sbandati in cerca di elemosina, non di rado in modo insistente e aggressivo.

#3 Via Padova, il lato negativo della multiculturalità

Via Padova

Via Padova è la zona più multiculturale della città. Qui si concentra il maggior numero di etnie e questo è spesso causa di tensioni che sfociano in atti di violenza, disordini e momenti di paura per i cittadini che vi abitano. Per molti milanesi è un atto di coraggio passarci, sia di giorno che di sera.

#2 Corvetto, case popolari occupate e risse frequenti

Credits Andrea Cherchi – Piazzale Ferrara

Piazzale Corvetto e tutta l’area che si allunga da via Polesine fino a Piazza Angilberto II è una di quelle zone che i milanesi cercano di evitare, se possibile. Una buona parte delle case popolari occupate e in condizioni di degrado, furti, risse e accoltellamenti sono piuttosto frequenti.

#1 Stazione Centrale, la regina del malaffare

Credits: Andrea Cherchi – Stazione Centrale

La zona attorno alla Stazione Centrale è forse quella in cui milanesi si sentono di più in pericolo. In effetti qui si concentra il più alto numero di immigrati, persone senza fissa dimora e delinquenti che trovano terreno fertile grazie al grande passaggio di viaggiatori in arrivo e in partenza dalla stazione e alle numerose vie di fuga che possono sfruttare dopo rapine, scippi o furti.

Continua la lettura con: I 7 LOCALI del PASSATO che i milanesi sognano di RIPORTARE in VITA

MILANO CITTA’ STATO

Copyright milanocittastato.it

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità


3 COMMENTI

  1. la foto riportata come Via Padova in realtà è Viale Monza. Non mancano problemi anche in via Padova, ma cerchiamo di non peggiorare le cose.

  2. Assurdo!!!!
    Noi in piazza Bottini è in Stazione Centrale ci andiamo sempre e non abbiamo proprio paura!!
    Chi scrive questi articoli pensa all’impatto negativo che hanno sulla gente???
    Svalutano zone senza un minimo ritegno
    È molto scorretto!

Comments are closed.