Milano è l’unica città al mondo ad avere conquistato il POLO NORD


E’ una delle spedizioni più epiche della storia dell’umanità: la conquista del Polo Nord in dirigibile di Umberto Nobile. Lo schianto del dirigibile, la tenda rossa, la cagnetta Titina e il salvataggio dei sopravvissuti sono entrati nell’immaginario popolare nazionale.

L’impresa fu fortemente voluta da Nobile dopo un procedente fallimento di una simile spedizione scientifica insieme al norvegese Amundsen. Per finanziare l’avventura, dopo il rifiuto del ministro Balbo, il Generale riuscì a ottenere fondi offerti da industriali e privati della città di Milano che si riunirono in un comitato finanziatore. In cambio chiesero l’esclusiva sui diritti giornalistici dell’impresa e la brandizzazione, come si direbbe ora, con il marchio Milano dell’impresa.


Ad esempio, la nave appoggio utilizzata per l’occasione prese il nome di città di Milano.

Il dirigibile “Italia” prese il volo il 15 aprile 1928 dall’hangar di Baggio con a bordo 16 persone più la cagnolina Titina.

Dopo diverse tappe e soste, poco dopo la mezzanotte del 24 maggio l'”Italia” raggiunge il Polo dove furono gettati la bandiera italiana e il gonfalone della città di Milano.



Durante il volo del rientro il dirigibile perse quota e si schiantò sul ghiaccio, lasciando al suolo una parte dell’equipaggio, tra cui Nobile, ferito a una gamba. I sei uomini rimasti a bordo si ritrovarono intrappolati nel dirigibile che riprese quota scomparendo tra i ghiacci.

Per il salvataggio dei sopravvissuti che si ripararono nella “tenda rossa” si mobilitò per prima la nave appoggio “città di Milano” che chiamò in aiuto velivoli e navi di diverse nazioni nel mondo.
I componenti della tenda rossa, tra cui Nobile, furono tratti in salvo. Mentre l’involucro del dirigibile con i 6 uomini ancora a bordo non fu mai ritrovato.

La Tenda Rossa è conservata presso il Museo nazionale della scienza e della tecnologia di Milano.

MILANO CITTA’ STATO

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.