Le 10 MERAVIGLIE ITALIANE secondo Lonely Planet

La casa editrice australiana ha inserito 10 meraviglie italiane tra le top500 del mondo: ecco le mete da vedere almeno una volta nella vita

Credit: latimes.com

“Io paragono l’Italia con il resto dell’universo, come un magnifico quadro con un muro imbiancato a calce”. (Marija Konstantinovna Baškirceva)

Questo pensava la pittrice ucraina parlando del nostro paese. Pensiero non lontano da chi ha scelto le top 10 italiane che hanno “meritato” un posto d’onore nel libro fotografico “La classifica del mondo” di Lonely Planet Italia.
Luoghi che rimangono nel cuore di chi li visita, diventati famosi in tutto mondo per la loro bellezza, caratteristiche e unicità. L’Italia, non per nulla è famosa come il Belpaese.


Vediamo le perle italiane che sono entrate nella top 500 mondiale, nonché top 10 italiana.

Le 10 MERAVIGLIE ITALIANE secondo Lonely Planet

#1 Ravenna e i suoi mosaici

Credit: ravennatoday.it

Il viaggio inizia dall’Emilia Romagna, nella splendida Ravenna, dove confermiamo che visitare le chiese non è affatto noioso. Con i suoi otto monumenti, Patrimonio dell’Umanità, Ravenna assunse il ruolo di capitale del 402 d.c.

Tanti sono i luoghi dove si possono ammirare splendidi mosaici, dal Mausoleo di Galla Placidia, tanto brillanti da ispirare il compositore americano Cole Porter che scrisse “Night & Day”, al bagliore dei mosaici della Basilica di Sant’Apollinare che Papa Gregorio Magno pensò di oscurare per non far distrarre i fedeli durante le funzioni religiose.
Ultimo, ma non ultimo, la Basilica di San Vitale, dove i mosaici ricreano scene della Bibbia con meravigliose e vivide tonalità oro, verde, smeraldo, viola e blu zaffiro.



#2 Il museo degli Uffizi di Firenze

Credit: intalia.virgilio.it

1500 capolavori in 101 stanze. Questi i numeri di uno dei più importanti musei/palazzi del mondo: gli Uffizi nella meravigliosa Firenze.

Non ci sono parole per poter descrivere la magnificenza di questo luogo. Le opere ricoprono un arco temporale di circa cinque secoli, dal XIII al XVIII, che la famiglia Medici ha lasciato in eredità al mondo intero. Qui si ammirano le opere di Michelangelo, Botticelli, Leonardo ma anche la splendida vista sull’Arno che regala il Corridoio Vasariano.

#3 Il Duomo di Firenze

Credit: turismo.it

Rimaniamo a Firenze e, passeggiando nelle vie del centro, dal Museo degli Uffizi, raggiungiamo il Duomo con la Cupola del Brunelleschi. I suoi 463 scalini separano il visitatore da un panorama indimenticabile, a 360 gradi sulla città.

La salita è un po’ dura, ma ne vale la pena, anche solo per poter ammirare da vicino gli affreschi del Giudizio Universale del Vasari.

#4 Piazza del Campo e il Palio di Siena

Credit: siena.guidatoscana.it

Si sa, la Toscana vanta luoghi bellissimi, e dopo il capoluogo ci spostiamo a Siena, nella Piazza del Palio, con i suoi caratteristici mattoni rossi posizionati a “coltello” (disposizione del Governo dei Nove) circondata da palazzi gotici.
Piazza del Campo è il fulcro della vita sociale della città fin dal XII secolo.

Oltre alla pavimentazione, il Governo dei Nove fece anche affrescare il Palazzo Pubblico e fece costruire la Torre del Mangia con i suoi 332 gradini, dalla cui cima si può ammirare la piazza famosa per il Palio, che si svolge il 2 luglio e il 16 agosto.
Il Palio di Siena è una tradizione che vede le sue origini nel Medioevo, dura appena 90 secondi ma è un turbinio di frenesia, emozione ed entusiasmo. Da non perdere!

#5 Il Pantheon di Roma

Credit: ilmeteo.net

La Cupola più grande del mondo è stata costruita nel 27 a.C. Da Marco Agrippa e riedificata
dall’ Imperatore Adriano nel 126 d.C..

La sua creazione è stata presa come modello per la realizzazione di quasi tutti gli edifici neoclassici esistenti. Il monumentale tempio è sostenuto da colonne corinzie e i raggi di sole che attraversano l’oculus hanno quel qualcosa di Divino, come ad annunciare la discesa di Dio.

#6 Il Colosseo

Credit: focus.it

Restiamo nella Capitale. Quando si parla di bellezze italiche non si può assolutamente non citare il Colosseo: l’immenso anfiteatro, simbolo del potere nella versione più spietata. Capace di contenere 50.000 spettatori, che entravano dagli 80 ingressi ad arco, al suo interno i gladiatori si scontravano in combattimenti mortali e i condannati a morte dovevano affrontavano bestie feroci (tigri, leoni).
Recentemente è stato restaurato e riportato all’antico splendore (non che prima non fosse già splendido!) e durante i tour guidati, i turisti possono vedere anche il dietro le quinte dei combattimenti, grazie alle visite nell’ipogeo, ovvero i sotterranei.

Nonostante la storia cruenta, l’eleganza e la bellezza dell’arena romana sono innegabili.

#7 I Musei Vaticani

Credit: museivaticani.va

Istituiti da Papa Giulio II nel XVI secolo, i Musei Vaticani custodiscono oltre 70.000 opere d’arte ma solo 20.000 sono in esposizione. Tutte raccontano un pezzo di storia del cristianesimo: dai manufatti dell’antico Egitto, ai dipinti e affreschi che riempiono le sale tra cui le Stanze di Raffaello, la galleria dorata con le carte geografiche, gli affreschi… e il Gran Finale: La Cappella Sistina di Michelangelo, per la quale non c’è nulla da aggiungere. Basta il nome.

#8 La meravigliosa Costiera Amalfitana

Credits: costieramalfitana.com

Scendiamo e spostiamoci in Campania, altra splendida terra che regala perle di bellezza bellezza.
Le scogliere ricche di macchia mediterranea, la strada che costeggia il litorale, il blu del mare… se parli della costiera Amalfinata, l’immaginario comune vede questo.

Dagli antichi romani alle celebrità hollywoodiane, in molti sono passati in questo meraviglioso angolo d’Italia. Ma il “pezzo forte” della Costiera, sono le colline con i secolari sentieri di montagna, tra cui (non a caso!) il Sentiero degli Dèi, che collega Agerola a Nocelle, frazione di Positano.

Un sentiero leggermente in discesa che, percorrendolo, vi regalerà una vista unica sulla Costiera Amalfitana e Capri.

#9 Pompei e gli scavi

Credits: vesuviolive.it

Sessantasei ettari di terra nei quali vi sembrerà di tornare ai tempi dell’antica Roma, con i solchi dei carri ancora visibili sulla strada. C’è molto da vedere: dai templi ai teatri dove sono stati anche ritrovati calchi dei corpi contorti degli abitanti, dopo l’eruzione del Vesuvio del 79d.C..

Per non parlare del Tempio di Iside, che pare abbia ispirato Mozart per il flauto magico, la Casa del Poeta Tragico, le Terme Stabiane, il lupanare con le immagini erotiche e l’anfiteatro, che in tempi più recenti, nel 1971, fu addirittura il palco per i concerti dei Pink Floyd.
Per finire, da Villa dei Misteri, con i suoi meravigliosi affreschi, si può ammirare l’inquietante quanto meraviglioso profilo del Vesuvio.

#10  I Sassi di Matera

Credit: turismomatera.it

Concludiamo in bellezza!

E pensare che era stata definita “vergogna nazionale”, oggi Matera è Patrimonio dell’Umanità e nel 2019 è stata la Capitale Mondiale della Cultura.

Una delle città più antiche al mondo con Aleppo e Gerico, Matera si trova su un altopiano calcareo, in un profondo burrone, pieno di case scavate nella roccia: i famosi Sassi di Matera. Qui, un tempo, vivevano i contadini in totale povertà e arretratezza. Oggi, tra musei, hotel scavati nella roccia, bistrot rupestri, è una delle città più apprezzate dove nonostante tutto, si avverte ancora forte la storia.

E voi? Da quale meraviglia iniziate il viaggio?

Fonte: initalia.virgilio.it

Continua la lettura con: Un hotel ITALIANO (che pochi conoscono) tra i 10 più BELLI del MONDO

ANGELA CALABRESE

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.


Articolo precedenteLa “VILLA TRISTE”: la CHIESA più NASCOSTA di Milano
Articolo successivoIl prima ed ora di PIAZZA SAN BABILA. Qual è più bella?
Angela Calabrese
Nasco a Milano nel 1979, lavoro in una multiservizi e ho avuto esperienza in un'agenzia di comunicazione, iniziata come impiegata fino a diventare copywriter dove scrivevo per un web magazine. Da bambina sognavo di scrivere libri perché ho da sempre la passione per la scrittura. Amo la musica e l'arte in generale. Nelle mia vene scorre sangue siculo-lucano ma il mio cuore nasce e vive da sempre a Milano. La città che amo, quella che se non sai cosa fare, ti dà sempre l'idea giusta. La città delle opportunità, il perfetto mix tra fascino antico e moderno.