Milano FUORI ORARIO: i limiti di orario da superare per rendere Milano una città internazionale

Ho avuto un periodo in cui volevo vedere tutto quello che aveva fatto John Landis. Ricordo “Tutto in una notte”, con la leggendaria colonna sonora di B B King. Nel film il protagonista si aggira nelle strade delle città per vincere l’insonnia. Molti sono i film che parlano di persone che vivono la notte, per insonnia, come l’uomo senza sonno, per lavoro, come Taxi Driver, o per svago, come i Guerrieri della notte. La forza di una metropoli è data dalla sua capacità di essere senza orari, dove ogni cosa è possibile a qualunque ora del giorno e della notte. Sotto questo aspetto Milano può fare di più. 

Milano FUORI ORARIO: i limiti di orario da superare per rendere Milano una città internazionale

Metropolitana

E’ il cruccio di molti, specie dei più giovani. Nelle grandi città del mondo la metropolitana funziona 24 ore al giorno, almeno nei fine settimana. A Milano se si esce la sera il primo pensiero va all’ultima corsa della metro. E ogni anno facciamo una terribile figura con le migliaia di visitatori del Fuorisalone che rimangono sulle strade alla ricerca di un taxi. L’angoscia da fine corsa si dovrebbe evitare, soprattutto in tempi di aumento del biglietto. Invece di litigare Regione e Comune non potrebbero giungere al compromesso di accettare l’aumento del prezzo ma in cambio pretendere da ATM corse 24h nel fine settimana?

CityLife

L’area si sta affermando con prepotenza come luogo più alla moda di Milano. Al confronto Gae Aulenti sembra già vecchia. Eppure al calar della sera diventa un quartiere di fantasmi, quando chiude il centro commerciale.

La ristorazione

Una delle prime differenze che nota chi da grandi città straniere viene a Milano sono gli orari in cui si mangia. Altrove si tende a mangiare quando si ha fame e i ristoranti hanno clienti a tutte le ore. Da noi chi è abituato a ritmi nordici può trovare i ristoranti ancora non aperti (alcuni la sera aprono alle 19.30), chi segue tempi mediterranei può rischiare di non fare più a tempo per il pranzo o per la cena.

I supermercati

In questo caso il pericolo viene da fuori. Una delle bellezze di Milano è di avere supermercati aperti anche di notte. Per questo speriamo che l’idea di imporre limiti di orari sia una boutade priva di conseguenze.

I musei e i luoghi di attrazione

Ci sono musei e luoghi di interesse con orari ostici specie per chi lavora. Spesso chiudono troppo presto e alcuni sono inaccessibili nei giorni di festa. Alla Torre Branca ho dovuto pregare di portarci su con l’ascensore per godere della città al tramonto. Anche la Triennale ha orari da soviet, per non parlare dell’Acquario. Solo per citare i primi casi che mi vengono in mente, ma credo che solo da noi, tra le grandi città del mondo, i musei chiudano così presto la sera. 

I parchi

Ha destato molto clamore la scelta di tenere la Biblioteca degli Alberi priva di cancellate, lasciandola così aperta a ogni ora del giorno e della notte. Scelta che è piaciuta molto e che è parecchio insolita per la nostra città, tra le uniche al mondo che prevede orari di chiusura per i suoi parchi pubblici. Un amico si è spaccato le ginocchia cercando di uscire dal Parco Sempione dopo l’orario di chiusura. E forse siamo l’unica città ad avere un parco pubblico, per di più nei pressi del centro, chiuso la domenica e i festivi: il parco archeologico, anche noto come il parco più inaccessibile del mondo.

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
Milano città stato: la rivoluzione inevitabile per uno stato allo sbando
E ora Milano città stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano città stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso milano città stato
Corrado Passera: Milano città stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano città stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)