IL PASSANTE STRATEGICO: le tratte a Milano è più rapido della METRO (anche se pochi lo sanno)

Il passante è il cuore del servizio ferroviario suburbano di Milano, ed è percorso da sei linee suburbane (S1, S2, S5, S6, S12 e S13, ciascuna a cadenza semioraria), con una frequenza massima, nel tratto comune Lancetti-Porta Vittoria, di un treno ogni 6 minuti.

1
Tracciato passante di Milano
Credits: wikipedia.org - Tracciato passante di Milano

Il passante viaggia in larga parte sotto il centro urbano di Milano e unisce le linee ferroviarie provenienti da nord-ovest con quelle ad est e sud-est. Molti milanesi lo snobbano considerandolo un mezzo per pendolari. Pochi sanno invece che consente in certi tratti lo spostamento più veloce a Milano. 

IL PASSANTE STRATEGICO: le tratte a Milano è più rapido della METRO (anche se pochi lo sanno)

Si tratta di un’infrastruttura ferroviaria quasi interamente sotterranea che attraversa la città di Milano da Nord-Ovest (Certosa e Bovisa) a Sud-Est (Rogoredo e Forlanini). Le 6 stazioni di P.ta Vittoria, Dateo, P.ta Venezia, Repubblica, P.ta Garibaldi, Lancetti sono servite dalle linee suburbane S1 (Saronno – Lodi), S2 (Seveso – Milano Rogoredo), S5 (Treviglio – Varese), S6 (Novara – Treviglio) e S13 (Milano Bovisa – Pavia), con una frequenza che arriva nella tratta Lancetti – Porta Vittoria, di un treno ogni 6 minuti.

Il passante è strategico a tal punto da essere più comodo e più rapido persino delle linee metropolitane, non per niente è considerato anch’esso un’ulteriore linea metropolitana anche se non così popolare, ed è l’unica infrastruttura trasportistica pesante che taglia la città in diagonale.

# La sesta linea metropolitana: i tratti più rapidi

passante strategico
Credits: milano.repubblica.com

Vediamo di dare concretezza a quanto detto sopra, prendendo in considerazione i tragitti compresi solo nel tratto comune, in ordine crescente in base al tempo di viaggio:

  • Tragitto Porta Vittoria-Lancetti: 2 alternative
    • Passante ferroviario, 5 fermate in 22 minuti
    • Linea circolare 91, 22 fermate in 42 minuti
  • Tragitto Dateo-Lancetti: 3 alternative
    • Passante ferroviario, 4 fermate in 20 minuti
    • Linea 92, 17 fermate in 35 minuti
    • M1+M3 (per un totale di 8 fermate) +linea 61 per 5 fermate in 51 minuti
  • Tragitto Porta Venezia-Lancetti: 3 alternative
    • Passante Ferroviario, 3 fermate in 18 minuti
    • Linea 33+2, 13 fermate in 35 minuti
    • Linea 9+92, 15 fermate in 38 minuti
  • Tragitto Repubblica-Lancetti: 2 alternative
    • Passante Ferroviario, 2 fermate in 16 minuti
    • Linea 10+92, 12 fermate in 31 minuti
  • Tragitto Porta Garibaldi-Porta Venezia: 3 alternative
    • Passante Ferroviario, 2 fermate in 3 minuti
    • Linee 33, 8 fermate in 19 minuti
    • M1-M2, 9 fermate in 29 minuti
Credits: wikipedia.org

Facendo un’altra prova, usciamo dal tratto comune del passante in direzione nord-ovest e prendiamo la tratta Repubblica-Rho Fiera:
– Passante Ferroviario, 5  fermate in 25 minuti
– M1-M3, 19 fermate in 37 minuti

Facciamo un’ultima prova, usciamo dal passante sia al punto di partenza che a destinazione e percorriamo la tratta Rogoredo-Rho Fiera:
– Passante Ferroviario (suburbana), 10 fermate in 31-38 minuti
– M1-M3, 24 fermate in 41 minuti

# Conclusioni

In ogni caso analizzato si verifica un risparmio in termini di tempo e di numero di fermate, oltre alla comodità in termini di spazi sia a livello di stazioni che di treni rispetto ad una classica linea metropolitana.

ULTERIORE PUNTO DI FORZA
Nel tratto compreso tra Porta Venezia e Porta Garibaldi, c’è la possibilità, a distanza di una fermata l’una dall’altra, di scambiare con tutte e 5 le linee metropolitane. Dall’apertura della M4 il tratto in considerazione è stato esteso ad un’altra fermata, quella di Dateo, facendo così diventare il Passante un Hub per interscambiare con tutto il sistema di metropolitane.

COSA MIGLIORARE
Il passante è una struttura relativamente sconosciuta e non adeguatamente sfruttata da pendolari e milanesi, forse anche perché risulta quasi un “corpo estraneo”: una soluzione potrebbe essere il passaggio della gestione in capo ad ATM con relativo adeguamento di tornelli, segnaletica, grafica e colori che richiamino alle linee metropolitane, oltre all’indicazione sulla cartina dei trasporti per farla riconoscere a tutti come un’altra linea a tutti gli effetti.

Continua la lettura con: Sul Passante di Milano si viaggia gratis?

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


I Libri di Milano Città Stato a casa tua: scopri come fare
Articolo precedenteAl Castello c’è la TOSA PORNO: la sua storia e il suo significato irriverente
Articolo successivoIl LOCALE FUCSIA “dove smettere di essere adulti”: il più DIVERTENTE di Milano?
Fabio Marcomin
Giornalista pubblicista. Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia. Il mio background: informatica, marketing e comunicazione. Curioso delle nuove tecnologie dalle criptovalute all'AI. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.

1 COMMENTO

  1. https://www.s-bahn-muenchen.de/fahren/live-map

    A questo link troverete la cartina della rete di linee S-Bahn di Monaco (una città per dimensioni simile a Milano (comune).

    A parte l’animazione che in tempo reale mostra il movimento di tutti i treni delle 8 linee, di per se un servizio informativo da non poco conto; ma si può notare che 7 linee si uniscono tutte nel passante (che a Monaco passa in pieno centro toccando Marienplatz (IL centro di Monaco) e la Hauptbanhof, la loro stazione Centrale. Provato di persona non meno di 20 anni fa, la frequenza dei treni non è superiore a 2-3 minuti.
    Ed è assolutamente vero, il passante è percepito anche dal punto di vista estetico come una vera linea di metropolitana ed è il vero asse portante del sistema di metropolitane. Milano ha bisogno di questo.

La sezione commenti è chiusa.