Milano ha il PARCO PERIURBANO più grande d’Europa

Credits: parcoagricolosudmilano.it

Milano ha tanti primati e detiene infatti un record all’apparenza insolito: ospita il parco periurbano più grande d’Europa, il Parco Sud.

Il parco sud è esteso per oltre 46.000 ettari

Credits: naviglilombardi.it – Parco Agricolo Sud

Il parco agricolo sud si estende per oltre 46.000 ha, in un’area ad arco di cerchio tra Milano e i confini sud, est e ovest dell’area metropolitana, andando ad insistere nei territori di sessantuno comuni, rendendolo quindi il parco periurbano più grande d’Europa.

La sua gestione è affidata alla Città Metropolitana di Milano e la sua istituzione fu determinata dalla necessità di protezione e valorizzazione dell’economia agricola del Sud Milano e di tutela dell’ambiente e del paesaggio.

Infatti nel parco sono presenti numerosi corsi d’acqua quali Adda, Lambro, Vettabbia, Ticinello, Navigli e diverse aree protette come le sorgenti della Muzzetta di Rodano e Settala, il Fontanile nuovo di Bareggio e boschi (Cusago, Riazzolo, Corbetta, Carengione), parchi (dell’Addetta, dell’Idroscalo, di Trenno, di Trenzanesio) ed oasi naturalistiche (Lacchiarella) e l’Oasi Levadina dove si possono incontrare vari tipi di fauna quali: cinghiali, caprioli, scoiattoli, ghiri, volpi, airone cinerini, cigogne bianche e tantissimi altri.

L’agricoltura è predominante nel parco: 1400 aziende agricole

L’agricoltura svolge un ruolo predominante: l’area coltivata è la più estesa e nel parco ci sono oltre 1400 aziende agricole, che si occupano di allevamenti di bovini e suini; di coltivazioni di cereali, riso e il rimanente a prato, oltre a  colture di girasole, orti e vivai. Caratteristiche del parco e poste sotto tutela ci sono le marcite.

Tralasciando l’aspetto naturalistico sono molti i luoghi degni di nota del parco agricolo: le abbazie di Chiaravalle, Mirasole e Viboldone, le numerose cascine, complessi agricoli fortificati e addirittura alcuni castelli come quelli ad esempio di Binasco, Melegnano e Buccinasco.

FABIO MARCOMIN

 

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)

Come In Un Bosco
CONDIVIDI
Articolo precedenteAlleanza GIALLO-ROSSA anche a Milano? No, grazie
Articolo successivoUn museo segreto
Fabio Marcomin
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da 5 anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.