FORO BUONAPARTE, la strada di Milano che dà i numeri

Il progetto originario era davvero grandioso


Molte vie e piazze di Milano nascondono curiosità e stranezze che pochi conoscono. Foro Buonaparte è una di queste. Ecco alcune cose da sapere.

FORO BUONAPARTE, la strada di Milano che dà i numeri

# Il grandioso progetto originario di Foro Buonaparte

Andrea Cherchi – Foro Buonaparte

Forse pochi sanno che l’aspetto attuale del Foro Buonaparte è frutto di un progetto al ribasso. Il progetto originario era davvero grandioso. Secondo il disegno di Giovanni Antonio Antolini proposto in epoca napoleonica, attorno al Castello Sforzesco si sarebbe dovuto realizzare un imponente colonnato dorico.


Al centro di questo colonnato era prevista una grande piazza circolare delimitata da porticati e edifici pubblici in stile neoclassico, con sale per comizi, un museo, una sorta di Pantheon e le terme, distribuiti tutti intorno. Il complesso avrebbe dovuto essere circondato, inoltre, da un canale circolare navigabile attraversato da ponti e collegato alla Cerchia dei Navigli.

Ritenuto troppo costoso dallo stesso governo francese, l’idea fu ripresa in tono minore dal Piano Berruto con la realizzazione dell’anello semi-circolare costeggiato da palazzi residenziali di lusso che vediamo oggi.

# La strada ha mantenuto il cognome autentico di Napoleone

Napoleone in Duomo

Una curiosità riguarda il nome della strada. Quello corretto è Foro Buonaparte, e non Foro Bonoparte come si sarebbe portati a pensare. Il motivo è che Napoleone modificò solo successivamente il suo cognome per renderlo più fonetico alla pronuncia francese, togliendo la lettera “u”, mentre le targhe toponomastiche sono rimaste quelle riportanti il cognome originario.



# Abitanti celebri

Al numero 24 di Foro Buonaparte negli anni ’60 e ’70 del Novecento ha abitato Silvio Berlusconi. Al numero 38 ci ha vissuto Benito Mussolini quando dirigeva “Il Popolo d’Italia”. Si dice che il fantasma del Duce si aggiri ancora nel palazzo. 

# La particolare numerazione della via

ashtroman_ IG – Foro Buonaparte

Ma forse la più tipica stranezza della strada riguarda la disposizione dei numeri civici. Rispetto alle altre vie di Milano, dove i numeri proseguono pari o dispari ai due lati della strada, Foro Buonaparte cambia il tipo di numerazione esattamente a metà. Per cui ci sono situazione strane, tipo il numero civico 46 si trova nei pressi dell’acquario civico, mentre il 47 si trova nei pressi di Cadorna, a circa 10 minuti di distanza. 

Continua la lettura con: Effetto “total white”: riaperta PIAZZA CASTELLO

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here