7 cose che forse non sapete dei FENICOTTERI di Villa Invernizzi, una delle meraviglie più sorprendenti di Milano

foto di andrea cherchi (c)
Fenicotteri a Villa Invernizzi - foto di andrea cherchi (c)

Ma dove la trovate una città celebre per il freddo e la nebbia dove capita di incontrare dei fenicotteri rosa? Ma cosa ve lo stiamo a dire di quanto questa città sia fantastica.

10 cose che forse non sapete dei FENICOTTERI di Milano

#1 È dal 1970 che i fenicotteri abitano in via dei Cappuccini 3 (zona corso Venezia)

Li si può vedere attraverso i cancelli di villa Invernizzi in piano centro di Milano, nel quadrilatero del silenzio. E non hanno nessuna intenzione di volare via.


#2 I fenicotteri vengono dal Sudamerica

Inizialmente erano una famiglia di dodici esemplari. Tra di loro ci sono anche esemplari che hanno più di venticinque anni: i loro genitori sono stati portati in Italia dal Cile intorno al 1970.

#3 Erano diventati troppi: una parte è stata trasferita a Lignano Sabbiadoro

Negli anni passati i fenicotteri sono diventati troppi e parte dello stormo è stato trasferito un parco zoologico nei pressi di Lignano Sabbiadoro.

#4 Sono arrivati su volontà di Romeo Invernizzi

Il re dei formaggini Mio, scomparso nel 2004, era un’amante della natura e ha voluto dei fenicotteri rosa nel giardino della sua villa.



#5 La villa è abitata da 70 ricercatori

La famiglia Invernizzi ha donato la villa all’omonima fondazione filantropica. Oggi abitano la villa una settantina di ricercatori.

#6 E’ il cibo a renderli rosa

Il caratteristico colore rosa gli viene procurato da alimenti ricchi di betacarotene.

#7 Nessuno può imitare Invernizzi: resteranno gli unici

Il nostro Paese ha aderito alla convenzione Cites sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione che tutela gli animali esotici e per questo non è più ammessa l’importazione di questo tipo di animali.

MILANO CITTA’ STATO