Milano Capitale della Cucina Straniera: i 7 RISTORANTI più buoni (secondo Vanity Fair)

Milano è la capitale della cucina straniera. Ma quali sono i 7 ristoranti più particolari, e buoni, a Milano?

Credits: @iyo__official IG

Milano è la capitale della cucina straniera in Italia. Già dai primi anni del ‘900, alcuni ristoranti cinesi aprivano sotto la Madonnina. Però, è solo dalla fine degli anni ’80 che i milanesi iniziano a frequentarli sempre più spesso.

E così, grazie alla crescente curiosità verso realtà e cucine lontane, i ristoranti stranieri hanno iniziato ad espandersi. Ora, ben un milanese su tre mangia cibo etnico almeno quindici volte all’anno: un risultato impensabile fino a 10/15 anni fa.


Dal ramen giapponese, alle empanadas sudamericane fino alla kebab-invasion ad ogni angolo della strada… Ce n’è davvero per tutti i gusti. Ma, secondo Vanity Fair, ecco quali sono i 7 locali di cucina straniera più particolari, e buoni, a Milano.

Milano Capitale della Cucina Straniera: i 7 RISTORANTI più buoni (secondo Vanity Fair)

#1 Casa Ramen, il tempio della zuppa

Credits: @casaramen IG

Secondo “Gambero Rosso”, è il miglior locale in Italia per il ramen, la tradizionale zuppa giapponese. Ma potrete provare altri piatti tipici, come i bao, dei panini al vapore.

Un ambiente semplice e conviviale alla cui guida c’è un milanese doc, Luca Catalfamo.



#2 MU dimsum, la cucina tradizionale cinese ma con lo stile di Hong Kong

Credits: @mudimsum IG

La cucina del MU, a cavallo tra modernità e memoria, propone ai propri ospiti il meglio della cucina tradizionale cinese, creando un connubio con il futuro. Così, proprio nei loro piatti si può leggere la storia di un popolo che ha saputo rinnovarsi continuamente.

Questa volta, un ambiente raffinato ed elegante, guidato dal noto Chang Liu e apprezzato anche dalla comunità cinese.

#3 Iyo Experience, il primo etnico stellato in Italia

Credits: @iyo__official IG

Inaugurato nel 2007 da Claudio Liu, questo ristorante giapponese ha una forte impronta internazionale: coniuga le tradizioni del Sol Levante con le tecniche occidentali e contemporanee. Una proposta che unisce rigore orientale e creatività europea.

Ma è il 2014 ad aver segnato una data importantissima, un momento storico per la cucina straniera: lo Iyo è stato il primo ristorante giapponese a conquistare una stella Michelin.

#4 Gong, il ponte tra Oriente e Occidente

Credits: @gongmilano IG

Grazie a fantasia e raffinatezza, è uno dei locali più amati a Milano. Qui, Oriente ed Occidente si incontrano e danno vita ad una cucina Oriental Attitude.

Un ambiente elegante, in cui si può intraprendere un viaggio nella cucina orientale, immergendosi in passato e futuro, in tradizione ed innovazione.

#5 El Porteno, la vera Argentina da gustare

Credits: @elportenoarena IG

È la migliore espressione della cucina argentina in Italia. Grigliate di manzo, maiale e vitello preparate con cura, altri tipici piatti argentini come le empanadas o il pollo en escabeche. Ma anche l’attenzione ai vegetariani è davvero alta.

Insomma, un ristorante per tutti che vanta anche una cantina di vini di alto livello.

#6 Cittamani, l’India contemporanea

Credits: @cittamanimilano IG

Mostra l’evoluzione della cucina indiana ai milanesi, con molti piatti da scoprire e quasi tutti preparati dal caratteristico forno in argilla.

È il primo ristorante a Milano di Ritu Dalmia, chef star in India. Con il suo interno moderno ed accogliente, esprime proprio lo spirito colorato dell’India, ma sempre in armonia con l’Italia.

#7 Spica, l’unione di due culture

Credits: @spica_tasteoftheworld IG

Questo ristorante è dedicato alla “cucina in viaggio per il mondo” e ha un doppio cuore. Uno italiano, con la chef Viviana Varese, e uno indiano, con la chef Ritu Dalmia.

Attraverso il menù fusion, il ristorante Spica riesce a creare suggestioni indiane, ma nel design meneghino. Ma ha un altro vanto: le persone del team provengono da tutto il mondo.

Fonte: www.vanityfair.it

Continua la lettura con: I 5 PIATTI più STRANI e INSOSPETTABILI della cucina Italiana

ALESSIA LONATI

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.