In Veneto il presepe di GHIACCIO più grande d’Italia

Quindici statue a grandezza naturale, realizzate con 10 tonnellate di ghiaccio a -12°C, trasformano il Natale in magia


Quindici statue a grandezza naturale, realizzate con 10 tonnellate di ghiaccio a -12°C, trasformano il Natale in magia

# Jesolo e la magia di Natale

Il Natale è oramai alle porte e sempre più grandi e piccini avvertono tutt’intorno un’atmosfera degna dello speciale momento dell’anno. Dopo la scorsa puntata sulle ottime iniziative per il Natale di Jesolo, sembra che alla cittadina sia stato attribuito un altro record, sempre legato alle Feste di fine anno.


Credits: @cittàdijesolo.it (FB)

# Il presepe di ghiaccio più grande d’Italia

Jesolo ha organizzato il periodo natalizio in maniera assolutamente speciale. Quest’anno si è trasformata in una città di ghiaccio incantata, pronta ad accogliere persone di tutte le età.
Fino a domenica 9 gennaio 2022 il centro storico di Jesolo Paese ospita il Presepe di ghiaccio più grande d’Italia.
La rappresentazione della natività, che talvolta passa in secondo piano rispetto agli immensi alberi addobbati, è qui resa spettacolare dall’utilizzo del ghiaccio.

Credits: @cittàdijesolo.it (FB)

Il ghiaccio è normalmente conosciuto come un materiale effimero, che si scioglie, almeno in pianura, quando appare il primo raggio di sole. In questa situazione speciale, viene invece utilizzato come una materia prima magica e preziosa, che viene trasformata dagli artisti: su di essa viene impresso il lavoro degli scultori, ne raccoglie l’idea. Il ghiaccio cattura la luce rifrangendola in mille gradazioni di colore.

Credits: @Accademia-Italiana-Ghiaccio-Artistico-AIGA (FB)

L’esposizione jesolana è composta da quindici statue a grandezza naturale, create partendo da circa 10 tonnellate di ghiaccio e ospitata in una teca refrigerata di 65 mq, con un fronte lineare di 14 m, mantenuta ad una temperatura interna di -12°.



# L’Accademia Italiana Ghiaccio Artistico

L’opera spettacolare è frutto del lavoro del un team di scultori che costituisce l’accademia Italiana Ghiaccio Artistico. Il gruppo è guidato da Francesco Falasconi, maestro intagliatore che ha al suo attivo numerosissimi riconoscimenti e che ha formato una squadra di artigiani che si sono “esibiti” in diversi luoghi d’Italia. Tra gli artisti Francesco Carrer e Matteo Renato.

# Quando visitare il Presepe

Le date disponibili per visitare il Presepe di ghiaccio sono:

  • 18-19 dicembre dalle ore 10.00 alle 19.30
  • Dal 20 al 23 dicembre dalle 14 alle 19.30
  • Dal 24 dicembre al 9 gennaio dalle ore 10.00 alle 19.30

Eventuali aggiornamenti di programmazione sono reperibili sul sito ufficiale del Comune di Jesolo.

Credits: comune.jesolo.ve.it

Continua la lettura con: Sull’adriatico la prima pista di sci da fondo in riva al mare

LUCIO BARDELLE

Copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Leggi anche: Da Barbero ai podcast di Limes: Intesa Sanpaolo ora è una “centrale” culturale

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità


Articolo precedenteLa prima volta non finisce mai
Articolo successivoCome si dice DECORAZIONI NATALIZIE in milanese?
Nasco a Dolo (VE) nel 1979. Padre padovano, mamma vicentina, cresco nella terraferma veneziana. Studio Economia a Venezia, poi viaggio, per lavoro e per piacere. Vivo 7 anni in Lombardia, poi torno a Venezia. Sono appassionato di musica rock, suono la chitarra e il basso. Spesso corro. Scrivo per una associazione locale a sostegno del cittadino (Oltre il muro), creata da Pietro, uno dei miei migliori amici, infortunatosi 15 anni fa durante una partita di calcio.