10 LUOGHI alternativi al mare dove RINFRESCARSI in VENETO

Scopriamo quali sono

Brent de l'art. Credits: @de_paoli_george (INSTG)

In questa torrida estate trovare refrigerio è una delle sfide più difficili. Un tuffo nel mare è sempre un’ottima scelta soprattutto se ci si trova in Veneto, ma per chi volesse optare delle alternative, siccità permettendo, può virare su altre mete altrettanto o forse ancora di più rinfrescanti. Scopriamo quali sono.

10 LUOGHI alternativi al mare dove RINFRESCARSI in VENETO 

#1 Lago del Corlo: ricorda i fiordi del Nord Europa (Belluno)

Credits gaia_pet_ IG – Lago del Corlo

In provincia di Belluno, nel comune di Arsiè, c’è un piccolo laghetto artificiale che ricorda i fiordi del nord Europa: il Lago di Corlo. Qui si possono praticare anche attività sportive noleggiando canoe, pedalò o sub.


#2 Brent de l’Art e Nevegal: un paesaggio fuori dal mondo (Belluno)

Brent de l’art. Credits: @de_paoli_george (INSTG)

Una meraviglia creata dalla natura: Brent de l’Art. Siamo sempre in provincia di Belluno, a Sant’Antonio Tortal, dove pareti stratificate dai bellissimi colori rosso, bianco e grigio-verde e acqua di color smeraldo regalano un paesaggio fuori dal mondo.

 

#3 Rafting sul Brenta (Vicenza)

Credits ramona_flowers_cocco IG – Rafting sul Brenta

Per gli amanti dell’adrenalina e degli sport estremi vicino alle Grotte di Oliero, sul Brenta, si può provare l’esperienza del rafting con il gommone tra piccoli salti, rapide e degli ostacoli da evitare grazie al Centro Rafting Ivan Team.



 

#4 Porto Caleri, il giardino botanico sul Delta del Po a Rosolina (Rovigo)

Credits il_sorghy_82 IG – Porto Caleri

Sul Delta del Po, a Rosolina in provincia di Rovigo, si trova un meraviglioso giardino botanico sull’acqua. Ci sono tre differenti sentieri da percorrere e che si alternano tra piccoli tratti di sterrato e lunghe passerelle di legno sospese.

#5 Le Cascate di Calieroni a Valstagna (Vicenza)

Credits belinda.casale IG – Calieroni

A Valstagna, provincia di Vicenza, ci si può rinfrescare nelle Parco della Cascate Calieroni. L’omonimo torrente crea uno spettacolo incredibile con salti d’acqua e pozze chiamate calieroni, che sono delle vasche naturali d’acqua, dove fare escursioni di rafting e canoa.

 

#6 Parco delle Cascate di Molina (Verona)

Credits chicco69simo IG – Parco delle Cascate di Molina

A Fiumane, in provincia di Verona, c’è il Parco della Cascate del Molina. Si estende su una superficie di circa 80.000 mq ed è ricco di corsi d’acqua e vegetazione e i torrenti creano delle suggestive e scenografiche cascate sui salti di roccia. Il nome Molina deriva dai mulini costruiti in prossimità dei torrenti.

 

#7 Laghetto di Camazzole, i “Caraibi del Veneto” (Padova)

Credits elisa_61_ IG – Laghetto Camazzole

Ci spostiamo in Provincia di Padova, nei pressi del fiume Brenta. Il Lago di Camazzole è infatti creato da una deviazione dello stesso ed è uno specchio d’acqua cristallina da un colore così intenso da aver ricevuto l’appellativo di “Caraibi del Veneto.” Ha una spiaggia di sassi bianchi, ghiaino o erba ed è circondato dalle montagne del vicentino e dal massiccio del Grappa.

 

#8 Contrà Pria – Arsiero Vicenza

Credits estercarotta IG – Contrà pria

A Contrà Pria nel Comune di Arserio, in Provincia di Vicenza, il fiume Astico ha scavato un canyon nella roccia creando salti e delle pozze di acqua cristallina profonde fino a 9 metri. La temperatura è mediamente fredda, ma la meraviglia dei colori dell’acqua e della vegetazione renderanno più piacevole immergersi in un bagno.

 

#9 Lago delle Tose a Calalzo di Cadore (Belluno)

Credits alessandro_ilvit IG – Lago delle Tose

A Calalzo di Cadore, in provincia di Belluno, ci si può rigenerare dal caldo nel Laghetto delle Tose, che in dialetto veneto significa ragazze. Un laghetto che sembra magico, formatosi in una piscina di roccia, le cascatelle di Lagole, che scorrono sui sassi e circondate dal verdeggiante paesaggio. Si trova all’interno nell’area naturalistica termale archeologica di Làgole.

 

#10 Lago di Centro Cadore (Belluno)

Credits maxmar63 IG – Lago di Centro Cadore

Il Lago di Centro Cadore, sempre in provincia di Belluno, ricopre interamente la Valle di Centro Cadore toccando 6 comuni. Si tratta di un lago artificiale realizzato negli anni ’50 e che si può attraversare con pedalò, canoe e sup.

 

Fonte: Veneto Segreto

Continua la lettura con: Le 7 CITTÀ MURATE più belle del Veneto

FABIO MARCOMIN

copyright milanocittastato.it

Clicca qui per il libro di Milano Città Stato

Clicca qui per la guida: 50 LUOGHI ALTERNATIVI da vedere in ITALIA almeno una volta nella vita

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/


Articolo precedentePALESTRO – LA FERMATA DEI FENICOTTERI 🦜🔴⁠
Articolo successivoLe ISOLE DISABITATE PIÙ PAUROSE d’Italia
Laurea in Strategia e Comunicazione d’Impresa a Reggio Emilia, ICT & Marketing è il mio background. Curioso del futuro e delle tecnologie più innovative: Bitcoin, cryptovalute e blockchain sono le parole che mi guidano da alcuni anni. Dal 2012 a Milano, per metà milanese da parte di madre, amante della città e appassionato di trasporti e architettura: ho scelto Milano per vivere e lavorare perché la ritengo la mia città ideale.