L’ONDA LUNGA che fa di Roma una città per amanti del SURF

La "“unusual destination” è diventata il paradiso dei surfisti italiani


Nell’anno delle palestre e delle piscine chiuse Roma ha riscoperto il surf.
Da sempre sport amato dai surfisti locali, il lungomare laziale non ha mai visto tanti avventori come in questo lungo anno di restrizioni e lockdown. Il mare è rimasto sempre aperto e i romani ne hanno saputo approfittare.

L’ONDA LUNGA che fa di Roma una città per amanti del SURF

Una lezione all’Ostia Surf Club

Definita dalla The World Stormireder Surf Guide come una “unusual destination” la costa laziale, da Civitavecchia fino a Gaeta, è tutto un susseguirsi di spot per gli amanti del surf. Alla costante ricerca dell’onda perfetta, questa tribù eterogenea di uomini, donne e bambini di una fascia di età compresa fra 6 anni e 60, non si è mai fermata nonostante restrizioni e cattivo tempo. Il surf, in quanto sport all’aria aperta a poco a poco è diventato quello sfogo a pochi chilometri dalla grande città che ha contribuito a migliorare la vita di tante persone.


# Uno sport per grandi e piccoli… campioni

Ian Catanzariti

Certamente il litorale laziale ha saputo fare da trampolino di lancio per tanti talenti, come la giovane promessa del Surf nazionale, il romanissimo Ian Catanzariti, neocampione italiano Under 18, un titolo sudato e meritato, conquistato al Buggerru Surf Trophy in Sardegna lo scorso dicembre. Ian, come tanti suoi coetanei si allena più volte a settimane proprio nel tratto di mare antistante Ostia, dove è cresciuto imparando a surfare e ad amare il mare.

# Lo storico Ostia Surf Club

Campioni a parte la lunga striscia di sabbia di Ostia e il mare che riceve onde regolari, a volte alte come una doppia over head, per dirla col linguaggio dei surfisti, sa accogliere tutti gli amanti del mare e del surf.  E se è vero che d’estate di onde non ce ne sono molte, l’inverno sa regalare un sistema di bassa pressione dall’Atlantico o dal Mediterraneo occidentale tale che i surfisti si riversano a Ostia sperando che i venti onshore soffino forte e abbastanza a lungo da portare il moto ondoso sulla costa laziale. Ad aspettarli, sempre pronti da più di 15 anni, ci sono i maestri, tutti di altissimo livello, dell’ormai storico Ostia Surf Club.



# Due maestri, una sola passione

Valentina Vitale e Alessandro Clinco fondatori dell’Ostia Surf Club

Guidato con maestria dal 2006 da Alessandro Clinco e Valentina Vitale, fiori all’occhiello del Surf nazionale, questo club ha circa 800 nuovi tesserati alla Federazione Surf l’anno e sforna campioni nazionali ed europei oltre ad accogliere con passione e competenza decine e decine di surfisti amatoriali.  “Il surf ama le persone e loro ricambiano” con queste parole Alessandro Clinco, surfista professionista, fondatore e coach dell’Ostia Surf Club, ci ha raccontato come né la pandemia, né un inverno freddo e burrascoso come non se ne vedevano da anni, siano riusciti a fermare gli amanti di questo sport. “Anzi – continua Alessandro – forse il Covid ha avvicinato ancora più persone a questa pratica”. “Le persone hanno capito che il mare si può vivere anche d’inverno così ci siamo attrezzati e da un anno accogliamo i surfisti tutte le mattine alle 10 per una sessione di preparazione fisica a terra e per la pratica in mare”. A parlare è la pluricampionessa nazionale Valentina Vitale. Surfista professionista, 5 volte campionessa italiana e 5’ classificata agli europei di surf a Casablanca nel 2015, oggi anche mamma di una bambina e “putativa” dei tantissimi altri che con costanza e passione partecipano alle lezioni di surf.

La speranza di Alessandro, Valentina e di tanti membri della Federazione Surf oggi è che una volta capito il valore aggiunto di avere una spiaggia a pochi passi dalla città e un mare capace di accogliere tutti, questo sport ottenga quell’attenzione che si merita anche dalle istituzioni “per la capacità che porta con sé di migliorare la vita delle persone nel rispetto della natura e dell’ambiente”. Parole di maestro.

FRANCESCA SPINOLA

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo#Madrid#Berlino#Ginevra#Basilea#SanPietroburgo#Bruxelles #Budapest#Amsterdam#Praga#Londra#Mosca#Vienna#Tokyo#Seoul#Manila #KualaLumpur#Washington#NuovaDelhi#HongKong #CittàDelMessico#BuenosAires#Singapore

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.