Il potere incredibile di persone insignificanti e transitorie

Un principio naturale è chi sbaglia paga. Se invece si dà a qualcuno un potere illimitato sulla vita degli altri e questo potere non ha una responsabilità immediata per gli eventuali danni provocati, è un incentivo all’errore e a diffonderlo senza argini


Pensiero del giorno

La politica democratica si basa sulla divisione dei poteri. È uno strumento di tutela del cittadini nei confronti dell’incompetenza di coloro che hanno il potere impossibile da prevenire o ridurre.


Le persone sono tutte profondamente ignoranti sulle altre persone e su tutti gli argomenti. Anche uno che è esperto di una cosa può sbagliare. L’errore fa parte del sistema uomo. Tutti possono sbagliare e il sistema per correggere gli sbagli è la divisione dei poteri.

Il principio di precauzione dovrebbe essere di non prendere mai provvedimenti che riguardino la sfera della vita delle persone. Nelle democrazie evolute si raccomanda, si consiglia, non si impone per legge.

Nei paesi del Sud del mondo, invece, si creano spesso dei regimi autoritari in nome di una non ben definita incapacità del popolo di avere una sua maturità. Salvo affidare a elementi del popolo un potere illimitato sulla propria vita.



Un principio naturale è chi sbaglia paga. Se tu sbagli nella tua vita devi essere il primo a pagarne il prezzo. E’ un principio naturale perché se chi commette l’errore paga subito è il modo migliore per arginare l’errore evitando che si propaghi. Nella natura questa è la normalità. 

Se invece si dà a qualcuno un potere illimitato sulla vita degli altri e questo potere non ha una responsabilità immediata per gli eventuali danni provocati, è un incentivo all’errore e a diffonderlo senza argini.

Una diffusione dell’errore tanto più probabile quanto più avviene quello che sta ricorrendo nella storia recente d’Italia. Dove a fronte di un potere mai visto, con la concentrazione tra potere legislativo e esecutivo nelle stesse persone, si hanno persone inadeguate per esperienza e competenza. E transitorie perché chi oggi decide in modo illimitato della vita delle persone è qualcuno diverso da chi c’era un anno fa e probabilmente da chi ci sarà tra un anno.

Ha senso delegare in bianco le scelte della propria vita a persone inette e transitorie che non rispondono dei danni che dovessero provocarci?

Qui trovi tutti i pensieri del giorno (clicca)

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Publiée par Milano Città Stato sur Mardi 2 juin 2020

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato