La sfida tra i building: meglio ORIZZONTE EUROPA di ROMA o il DIAMANTE di Milano?

Le due sedi, innovative e sostenibili, messe a confronto

credits: bnl.it

Una nuova visione del gruppo BNP Paribas che prende in considerazione entrambi gli edifici, i quali cercano di portare innovazione e sostenibilità. Ma quale dei due ci riesce meglio?

La sfida tra i building: meglio ORIZZONTE EUROPA di ROMA o il DIAMANTE di Milano?

# Diamond Tower di Milano ha il più alto livello di SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE

credits: @lombradia_mania_ su IG

Sviluppato su 28 piani, con una superficie complessiva di 30.000 mq e finalizzato ad ospitare ben 21.000 postazioni di lavoro, la Diamond Tower è la sede milanese della BNL situata nel complesso direzionale Garibaldi/Porta Nuova. È stata realizzata con la più attenta cura dei dipendenti garantendo il loro benessere grazie al design di numerose aree relax, di supporto, spazi condivisi di co-working posti su ogni piano.


Il grattacielo “di diamante” – chiamato così per la sua struttura irregolare che ricordano le sfaccettature di un diamante – sorge all’insegna del benessere e della sostenibilità, in seguito al progetto di riqualificazione del quartiere di Porta Nuova, puntando a ridurre sensibilmente i consumi di energia. Ciò è possibile grazie alle vetrate, le quali fanno sì che gli ambienti vengano inondati di luce naturale, massimizzando la luminosità degli spazi interni e garantendo un’efficienza elevata del sistema di riscaldamento e di raffreddamento.

Anche la posizione dell’edificio è strategica: situato in una zona centrale, ampiamente servita dai mezzi pubblici, così vengono incentivati i cittadini ad usufruire dei mezzi per ridurre l’inquinamento.

# Orizzonte Europa di Roma, l’edificio che non ha né un davanti né un dietro

credits: bnl.it

Nei pressi della stazione Tiburtina sorge l’Orizzonte Europa, la nuova sede degli headquarters insieme ad altre due situate in Aldobrandeschi e Crescenzo del Monte. Gli uffici sono disposti su 12 piani in 75.000 mq di superficie e sono un totale di 3.300, collegati ad aree che rispondono ad ogni eventuale esigenza dei dipendenti: asili nido, sala ristorazione, palestra, auditorium e infermeria. Anche qui, l’obiettivo è quello di ottenere un luogo di lavoro adatto a tutti che possa conciliare lavoro e benessere.



Anche la sede romana, al pari di quella milanese, può vantare una posizione importante: è situata proprio accanto alla stazione dei treni ad alta velocità e così alcune aree del piano terra risultano accessibili anche al pubblico.

La facciata è ciò che rende veramente iconica questa struttura: 15.000 mq di superficie disposti in orizzontale seguendo un andamento sinusoidale e vetrate tridimensionali a forma di cuspide. In questo modo si creano numerosissimi giochi di luce e sfaccettature che la rendono incredibile da vedere. “La scelta di non avere un “fronte e un retro” è voluta, l’edificio si presenta come uno spartito orizzontale capace di creare stupore con le sue metamorfosi”, così viene descritta sul sito della BNL.

# Milano versus Roma

Il sito della BNL parla dell’Orizzonte Europa sostenendo che “L’immobile si distingue per l’elevata sostenibilità ambientale. Si stima, infatti, una riduzione del 30% dei consumi energetici e si punta ai più alti livelli di certificazione LEED del Green Building Certification Institute, grazie a sistemi a basso consumo idrico, elettrico e a un’illuminazione naturale modulata in funzione delle necessità.

Anche per gli interni, curati dall’Architetto Paolo Mantero, sono stati scelti materiali rinnovabili ed ecocompatibili mentre il design è ispirato a principi di efficienza e sobrietà”. Inoltre, alla sede romana è riconosciuto il premio “Best of the Best / Architecture” assegnato dal German Design Council l’Iconic Awards 2017.

Anche la Diamond Tower non scherza in quanto a sostenibilità ambientale e innovazione poiché l’edificio milanese è vincitore della certificazione LEED GOLD, uno dei più alti livelli riconosciuti. Inoltre, la Torre Diamante è la costruzione più alta mai realizzata in struttura portante in Italia e rientra nella top 10 dei grattacieli di Milano.

Tuttavia, mentre la sede milanese è completamente volta al nuovo e all’innovativo, lanciata verso il futuro Quella romana, invece, non dimentica le sue radici passate. Il grattacielo di Roma include un pezzo di storia: una cisterna del 1940 che sorgeva accanto alla vecchia stazione ed è stata mantenuta.

Continua a leggere con: La Torre DIAMANTE è l’edificio in acciaio più alto d’Italia

SELENE MANGIAROTTI

copyright milanocittastato.it

Riproduzione vietata al sito internet che commette sistematica violazione di copyright appropriandosi di contenuti e idee di altri senza citare la fonte

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social. Riservato agli iscritti della newsletter: inviti a eventi, incontri e feste organizzati o promossi da Milano Città Stato

Il nostro sogno per l’Italia? Un’Italia federale, con forte autonomia per le aree urbane e i territori omogenei. Un Paese che premi il fare rispetto al non fare, con una forte propensione all’innovazione, che valorizzi le sue eccellenze distintive e che miri a essere sempre migliore, mettendo al centro il cittadino libero e responsabile verso la comunità.