IMMUNITÀ di GREGGE: e se l’avessimo già raggiunta in Lombardia?

Cos'è l'immunità di gregge? Perchè è così importante? E cosa accadrebbe se l'avessimo già raggiunta, almeno in Lombardia?

svezia immunità di gregge
Ph. credits: ildigitale.it

Cosa accadrà nel prossimo futuro e per quanto ancora durerà la pandemia di coronavirus? Se abbiamo imparato qualcosa in questi mesi, è che questo virus è imprevedibile ed è difficile fare ipotesi che non vengano smentite dopo pochi giorni.

Eppure, malgrado nessuno abbia la sfera di cristallo, è possibile fare qualche ragionamento in base alle otto pandemie influenzali che si sono succedute dal 1700. E’ quello che ha fatto il Cidrap, il Center for Infectious Disease Research and Policy dell’Università dello Stato del Minnesota.
La pandemia di coronavirus, sono le sue conclusioni, durerà ancora per 18-24 mesi, ovvero fino a quando il 60-70% della popolazione mondiale non avrà contratto la malattia. Un periodo durante il quale l’immunità di gregge si svilupperà gradualmente nella popolazione. Un vaccino potrebbe aiutare, sottolinea lo studio, ma probabilmente non sarà disponibile almeno fino ad una data imprecisata del 2021. Quindi l’immunità di gregge è un elemento chiave per risolvere una epidemia. Cerchiamo di capire che cosa sia e a che punto potremmo essere.


IMMUNITÀ di GREGGE in Lombardia: e se l’avessimo già raggiunta?

ph. credits: timgate

#1 Che cos’è l’immunità di gregge

L’immunità di gregge è una forma di protezione indiretta che si verifica quando una parte significativa di una popolazione ha sviluppato immunità verso una malattia e protegge cosi anche agli individui non immuni. 

In poche parole, bassi livelli di immuni permettono ai virus di diffondersi molto velocemente mentre un’alta percentuale di immuni sbarra la strada al virus. Infatti il virus, desideroso di diffondersi, trova davanti a sé gli individui protetti che fanno da scudo e gli impediscono di diffondersi e raggiungere i non protetti.

La percentuale di immuni necessaria per avere l’immunità di gregge varia a seconda della malattia e del suo modo di trasmissione ma deve essere pari ad almeno il 60-70% della popolazione.


La Svezia sta perseguendo questa strategia nella sua lotta al coronavirus ma anche altri Paesi, come ad esempio la Germania, pur non adottando esplicitamente una strategia come quella della Svezia, stanno andando nella direzione di far “immunizzare” naturalmente la popolazione con una diffusione controllata del virus. 

ph. credits: lifegate

Leggi anche: La via SVEDESE nella lotta al virus: “senza lockdown siamo vicini all’immunità di gregge”

 


#2 Immunità di gregge in Lombardia? Qualche indizio lo farebbe ipotizzare

L’Italia è stato uno dei primi paesi europei ad essere colpito dal coronavirus e i risultati preliminari di alcuni studi epidemiologici indicano che nelle zone d’Italia più colpite il livello di contagio sia molto alto, suggerendo addirittura che si possa essere vicini all’immunità di gregge. Ad oggi, ci sono un po’ di indizi a sostegno di questa ipotesi: 

# Secondo uno studio della Regione, il coronavirus circolava a Milano già a fine gennaio e le testimonianze di molti cittadini che hanno riportato polmoniti e influenze anomale potrebbe addirittura anticipare questa data al Natale 2019.
# Alcune indiscrezioni sui dati preliminari dei test sierologici sui conducenti ATM, seppur smentite dall’ATM, indicherebbero una percentuale di positivi pari al 60%
# I risultati dei test sierologici sui cittadini di Nembro e Alzano, i paesi del bergamasco più colpiti dal virus, indicano che il 61% della popolazione è positiva
# Secondo un recente studio svolto da una società pugliese, il 34% della popolazione italiana sarebbe positivo al virus con punte del 60% in Lombardia. 

 

#3 Cosa succederebbe se fossimo vicini all’immunità di gregge e/o se alcune zone d’Italia l’avessero già raggiunta?

Essere vicini o lontani all’immunità di gregge fa una grossa differenza nelle politiche e nelle strategie che dovremo implementare per affrontare e gestire la pandemia.
Infatti, se in Italia o in Lombardia lo fossimo, potremmo pensare di uscire da questa crisi implementando delle politiche per una diffusione controllata del virus che ci permettano di raggiungere l’immunità di gregge il più rapidamente possibile senza far ammalare gli over 60 e la popolazione più fragile.
In questo modo potremmo allentare alcune misure restrittive generalizzate ad oggi in vigore, a favore di misure restrittive più selettive e mirate, volte proprio a raggiungere l’immunità di gregge proteggendo i più deboli.  

# Se solo la Lombardia avesse un’immunità di gregge e il resto d’Italia no, tutte le attività all’interno di questa regione potrebbero riprendere normalmente. Come in una puntata di Black Mirror, potremmo addirittura immaginare dei collegamenti preferenziali tramite ponti aerei con altri paesi, come la Svezia o altri Paesi del Nord, che risultano più immunizzati.

# Se invece tutta l’Italia avesse già raggiunto l’immunità di gregge, si potrebbe addirittura pensare di riprendere tutte le attività in maniera normale controllando però le entrate e le uscite per mantenere la percentuale di immuni al livello necessario a conservare e garantire l’immunità di gregge. 

L’unico modo per sapere se e quanto siamo davvero immunizzati è la realizzazione di test sierologici di massa. Un’iniziativa che ancora non risulta in agenda, se non per fini statistici su campioni ristretti. 

Leggi anche: In partenza TEST SIEROLOGICI sulla popolazione, purtroppo solo per fini statistici

 

FONTI: https://www.cidrap.umn.edu/covid-19/covid-19-cidrap-viewpoint

https://bergamo.corriere.it/notizie/cronaca/20_aprile_30/coronavirus-bergamo-primi-risultati-test-61percento-positivi-85e8e36c-8a6b-11ea-94d3-9879860c12b6.shtml

https://www.affaritaliani.it/cronache/coronavirus-puglia-uno-studio-ribalta-dati-molti-positivi-sviluppano-immunita-671644.html

LAURA COSTANTIN

Se vuoi contribuire anche tu ad avere una Milano più libera in una Italia più civile, partecipa a RinasciMilano e mandaci la tua proposta qui: RinasciMilano

MilanoperMilano: a Milano chi ha di più aiuta chi ha di meno. Dona anche tu e #aggiungiunpastoatavola di chi ne ha bisogno: www.milanopermilano.it

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

 
 

 



Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi