La Milano-Taranto era la CANNONBALL ITALIANA

Nel novecento esistevano gare anarchiche e spericolate come il Bol d’or in Francia, il Tourist Trophy in Inghilterra, la Cannonball americana. In Italia c'era la Milano-Taranto. Chiunque poteva parteciparvi: era sufficiente avere la licenza da conduttore e una moto “truccata”


I ragazzi di oggi ammirano la grande avventura della Parigi-Dakar, ma agli inizi del ‘900 pur se con mezzi economici ed i mezzi tecnici scarsi, esistevano manifestazioni anarchiche e spericolate come il Bol d’or in Francia, il Tourist Trophy in Inghilterra, la Cannonball americana (dalla costa atlantica a quella pacifica) e la Milano-Taranto in Italia. Il percorso della gara italiana era lungo 1400 km e ha visto correre le marche di moto più famose: Guzzi, Gilera, Benelli e Lambretta.

La Milano-Taranto era la CANNONBALL ITALIANA

# Per partecipare bastava una licenza da conduttore e una moto elaborata

Credits: milantaranto.com

Uno dei motivi del grande successo della Milano-Taranto fu il fatto che chiunque poteva parteciparvi, era sufficiente avere la licenza da conduttore ed una moto “truccata” per l’occasione, oltre al fatto che si correva sulle strade di tutti i giorni.


# Nata come “Freccia del Sud”, cambierà nome in Coppa Mussolini

La prima corsa si è tenuta nel 1919, il raid motociclistico andava da Milano a Caserta e il suo nome è “Freccia del sud”. Nella prima edizione partirono 29 concorrenti, all’arrivo furono 8, e la gara fu vinta da Luigi Girardi su Garelli 350cc. alla media di 38.296 km/h. Dal 1925 al 1932 fu sospesa, quando per esclusivo volere del Duce nasce la “Milano-Napoli” chiamata Coppa Mussolini, con partenza di notte dall’idroscalo di Milano. La lunghezza del percorso era di 900 km, l’ultima edizione tenuta nel 1936 la vinse Omobono Tenni su Guzzi 500cc alla media di 107 Km/h. 

Nel 1937 si tiene la prima edizione della “Milano-Roma-Taranto”, che continuerà a chiamarsi Coppa Mussolini, per un lunghezza pari a 1.400 km. La partenza fu spostata dall’Idroscalo a Rogoredo e i piloti dovevano coprire il percorso in una sola notte.

# Nel 1950 la gara prenderà il nome di “Milano-Taranto”

  



È solo dal 1950 che si chiamerà “Milano-Taranto”, le più belle e popolari sia per partecipanti che per pubblico e furono un modo per dimenticare le bruttezze di una guerra finita solo pochi anni prima. Tra le moto partecipanti ci furono i marchi più famosi della storia italiana e nel mondo come Guzzi, Gilera, Benelli e Lambretta. Purtroppo un incidente mortale nella Mille Miglia automobilistica del 1957 a Guidizzolo di Mantova, dove persero la vita l’equipaggio De Portago-Nelson su Ferrari e dieci spettatori, portarono alla decisione di abolire le corse motociclistiche su strada.

# Ci furono 2 percorsi: quello “Classico” e quello “Adriatico”

La partenza da Milano vedeva la prima curva, sul porfido, a Tavazzano nel lodigiano. Il percorso “Classico” toccava le seguenti località: Milano, Lodi, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Passo delle Futa, Pistoia, Firenze, Poggibonsi, Siena, Radicofani, Viterbo, Roma, Frosinone, Cassino, Capua, Napoli, Avellino, Ariano Irpino, Foggia, Bari e Taranto.

Il percorso “Adriatico” effettuato solamente nelle edizioni del 1952 e 1955, interessava le seguenti città: Milano, Lodi, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Modena, Bologna, Forlì, Cesena, Pesaro, Ancona, Macerata, Foligno, Spoleto, Terni, Roma, Frosinone, Cassino, Capua, Napoli, Avellino, Ariano Irpino, Foggia, Bari e Taranto.

# La rievocazione storica dal 1987

La Milano-Taranto è sempre stata in competizione con la Mille Miglia, e per questo dopo anni di abbandono, dal 1987 è stato deciso di farne una rievocazione storica. Ogni estate, in forma non competitiva, prende il via corsa amata da motociclisti senza paura che percorreva tutta l’Italia da Nord a Sud.

Fonte: milanotaranto.com

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato