Il boomerang delle MISURE DI PREVENZIONE: 4 esempi di quando invece di proteggere aiutano la diffusione del virus

A volte un eccesso di scrupolo può produrre un effetto contrario (oltre che recare danno all'ambiente)

Credits: milano.repubblica.it - Guanti sui mezzi

In queste ultime settimane caratterizzate da un’elevata attenzione verso il rispetto delle misure di prevenzione, mi è capitato di osservare attentamente l’utilizzo di guanti, mascherine, distanze di sicurezza, ecc. all’interno di luoghi pubblici, come ristoranti, centri commerciali, in posta, ecc.

Se lo scenario appare e si prevede davvero nero per l’economia italiana schiacciata da scelte e imposizioni distanti da quelle di altri Paesi, purtroppo ho riscontrato alcune disattenzioni verso l’utilizzo dei dispositivi di sicurezza, tali da farne il primo veicolo di trasmissione del Virus. I guanti, ad esempio, se non sostituiti o disinfettati adeguatamente tra un cliente e un altro, sono il primo veicolo.


Il boomerang delle MISURE DI PREVENZIONE: 4 esempi di quando invece di proteggere aiutano la diffusione del virus

# I camerieri in un ristorante che non si disinfettano i guanti tra un cliente e un altro

Dotati di mascherine e guanti, i camerieri servono con attenzione i pochi commensali presenti, ma ahimè, sono veicolo di trasmissione del virus se non si disinfettano con attenzione tra un servizio e un altro. Ad esempio, servendo un bicchiere di vino, subito dopo aver sparecchiato il precedente tavolo. D’altronde, è impensabile che ciascun cameriere serva un solo tavolo alla volta, dall’inizio a fine pasto ad esempio, senza toccare piatti e bicchieri di altri tavoli. Purtroppo, nella mia esperienza personale, di rado ho visto cameriere disinfettarsi i guanti o cambiarli tra lo sparecchiare un tavolo e servirne un altro. Occorre fare più attenzione.

# Le cassiere che toccano i soldi e danno resti

In queste settimane, mi è capitato più volte di recarmi in supermercati e centri di elettronica. Le cassiere sono tutte dotate di guanti e mascherine, ma, tra un cliente e un altro, non ho visto mai nessuna disinfettarsi o cambiare i guanti. Ricevere il pagamento di un cliente prendendo i suoi soldi, e, subito dopo, prendere i contanti e dare il resto al cliente successivo è un passaggio semplice di trasmissione del virus. Occorrerebbe disinfettarsi sempre i guanti tra un cliente e un altro.

# Menu & condimenti tra un tavolo e l’altro

In alcuni ristoranti sono presenti menu QR o consultabili sul sito oppure menu in fotocopie monouso. Queste sono soluzioni ottime per evitare il passaggio di oggetti tra commensali. In molti locali, esiste ancora però il menù cartaceo, così come l’abitudine di servire al tavolo i condimenti come sale, olio, pepe, ecc. subito dopo averli “prelevati” da un altro tavolo. Attenzione a questi passaggi di oggetti.



# Tavoli in strada e passanti curiosi

Se le nuove disposizioni prevedono la possibilità di allargarsi in strada, è vero anche che spesso i passanti non sono separati dai tavoli e le distanze di sicurezza non sono garantite. Siamo sicuri che il passante starà a distanza di sicurezza e non starnutirà sul tavolino del ristorante posizionato in strada?

Di fronte ad uno scenario così disattento e solamente “formalizzato” per la sicurezza delle persone – sulla base della mia strettissima esperienza personale e del gruppo di Milano Città Stato – siamo davvero certi che queste misure siano la strada giusta e più efficace per limitare i contagi tra le persone? L’ambiente, inoltre, ne risentirà presto.

SILVIA BOCCARDELLI

Milano, cosa aspetti?

Milano Città Stato: l'unica strada per diventare una Città Mondo#milanocittastato #rinascimilano #rigeneralitalia #diciamosìalfuturo

Pubblicato da Milano Città Stato su Martedì 2 giugno 2020

 

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato