🔴 Breaking News: in Lombardia scatta l’OBBLIGO MASCHERINA (o di sciarpa o foulard)

Il nuovo rialzo dei contagiati in regione ha spinto il governatore Fontana a introdurre l'obbligo della mascherina per chi esce di casa. O almeno di «protezioni per naso e bocca, come foulard o sciarpe». Perplesso il governo

credit: skuola.net

Il nuovo rialzo dei contagiati in regione (+1598 in un giorno, il numero più alto dell’ultima settimana) ha spinto il governatore Fontana a emettere una nuova ordinanza regionale. Viene introdotto l’obbligo della mascherina per chi esce di casa. O almeno di «protezioni per naso e bocca, come foulard o sciarpe».

Leggi anche: 🔴 Dati 4 aprile. I contagi crescono in Lombardia e a Milano. Ma “si riduce la pressione sugli ospedali”


L’obbligo in vigore da domenica 5 al 13 aprile. E anche questa ordinanza apre crepe nei confronti del governo. 

Il presidente del Consiglio Superiore di Sanità, Franco Locatelli, ha infatti immediatamente negato che la misura lombarda sia stata ispirata dal Consiglio stesso o dal Comitato tecnico-scientifico. «Sull’uso delle mascherine c’è un grande dibattito anche nella comunità scientifica perché non ci sono evidenze fortissime. Sappiamo che sono utili per prevenire il contagio di chi è infetto, ma la misura fondamentale è il rispetto del distanziamento sociale».

Altra polemica è anche sull’uso della sciarpa o del foulard per coprirsi il viso, motivata però dal fatto che le mascherine risultano ancora difficilmente reperibili per i cittadini. 



Tra le altre norme contenute nell’ordinanza c’è la «conferma la chiusura degli alberghi (con le eccezioni già in vigore), degli studi professionali, dei mercati e tutte le attività non essenziali» e l’apertura alla possibilità di «acquistare articoli di cartoleria all’interno degli esercizi commerciali che vendono alimentari o beni di prima necessità, già aperti».
Sarà «anche possibile la vendita di fiori e piante solo con la consegna a domicilio».

MILANO CITTA’ STATO

Altri Paesi:

La via SVEDESE nella lotta al virus: nessun divieto, la vita continua
Taiwan
Quello che la Corea sta facendo per sconfiggere il coronavirs
Svizzera: Non siamo la Cina
UK: a zigzag
Germania: la realpolitik tedesca nella lotta contro il virus

 

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)