🛑 20 novembre. Contagi e decessi in crescita in LOMBARDIA e in ITALIA, ancora prima in EUROPA

Dopo alcuni giorni incoraggianti oggi giornata in controtendenza in Lombardia. Risale il numero dei decessi, dei contagi e il tasso di positività. Lo stesso accade in Italia.

Fonte: worldometeres.info (classifica decessi nelle ultime 24 ore aggiornata il 20/11 alle 18.06)

La notizia del giorno è che il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un’ordinanza che conferma la zona rossa in Lombardia fino al prossimo 3 dicembre. Dopo alcuni giorni incoraggianti oggi giornata in controtendenza in Lombardia. Risale il numero dei decessi, dei contagi e il tasso di positività. Lo stesso accade in Italia. Dati migliori per terapie intensive e l’indice RT. 

🛑 20 novembre. Contagi e decessi in crescita in LOMBARDIA e in ITALIA, ancora prima in EUROPA

#1 Crescono i morti in Lombardia (175) e in Italia (699)

Dopo alcuni giorni di calo risalgono i decessi in Lombardia: dai 202 di martedì e i 182 di mercoledì, ieri erano morte 165 persone, oggi invece sono state 175.  Come riferimento: nel picco del 21 marzo i morti del giorno in Lombardia erano stati 546.
Dopo il calo di ieri tornano a crescere i morti anche in Italia: dai 653 di ieri ai 699 di oggi.


#2 Italia prima per decessi nelle ultime 24 ore

Al momento in cui scriviamo l’Italia risulta prima per morti nelle ultime 24 ore. In Europa l’Italia è seguita da Polonia (+626) e Russia (+461). Resta sopra i 100 anche la Germania (+119). Rimane in coda la Svezia (+12). 
 
Con l’asterisco i dati aggiornati al 19 novembre
 
Nuovi contagi in Europa per 100.000 abitanti/settimana:
Austria: 535, Rep. Ceca: 501, Polonia: 445, Italia: 407
Francia: 398, Portogallo: 393, Belgio: 329, Romania: 296
Svezia: 278, Spagna: 267, Regno Unito: 253, Paesi Bassi: 234, Germania: 154
 
Decessi per 100.000 abitanti/settimana:
Rep. Ceca: 12,4, Belgio: 11,35, Italia: 7,13, Polonia: 6,25, Francia: 5,95
Spagna: 5,55, Romania: 5,1, Portogallo: 4,45, Regno Unito: 4,1, Austria: 3,65
Paesi Bassi: 3, Germania: 1,4, Svezia: 0,85
 
(Fonte ECDC, media delle ultime due settimane, ultimo aggiornamento 18/11/2020).

#3 Stabili i nuovi ricoveri in terapia intensiva in Lombardia: +15

Dopo che per giorni il numero dei nuovi ricoveri in terapia intensiva in Lombardia sembrava stabilizzato tra i 18 e i 20, da tre giorni risultano attorno la decina, dai 9 nuovi ricoveri di mercoledì e i +12 di ieri, oggi sono +15 per un totale di 930 ricoverati.
Per un riferimento: negli ospedali lombardi ci sono 1.530 posti letto attivati o attivabili in terapia intensiva. Il tasso di occupazione è poco sopra al 60%.
In Italia scende il numero dei nuovi ricoveri in terapia intensiva: dai +120 di martedì e i +70 di mercoledì, ieri erano cresciuti di 42 mentre oggi aumentano di 36. 

#4 Crescono in contagi in Lombardia e in Italia. Boom di guariti: +21.035

Tornano a crescere anche il numero di nuovi contagi in Lombardia: dai +8.448 di martedì e i +7.453 di ieri oggi sono stati +9.221, di cui circa un terzo nella città metropolitana di Milano (+3.706). Restano vicine ai mille anche Como e Varese.

Salgono i contagi anche in Italia: dai 34.283 di mercoledì e i 36.176 di ieri, oggi sono +37.242. 
Scendono i tamponi in Italia: dai 250.186 di ieri, vicini al record di circa 254 mila, oggi sono 238.077. I tamponi in Lombardia sono in crescita: dai 37.595 di ieri ai 42.248 di oggi. Gli attualmente positivi in Italia sono 777.176. Ottima notizia sul fronte guariti: +21.035 in un solo giorno, oltre quattromila più di ieri. 



#5 Risale il tasso di positività in Lombardia e in Italia 

Il tasso di positività (nuovi positivi/tamponi) in Lombardia torna sopra il 20%: dal 19,8% di ieri al 21,8% di oggi.
Sale anche in Italia: dal 14,4% di ieri al 15,6% di oggi.  

#6 Tasso di crescita dei contagi: +2,6% in Lombardia

Il tasso di nuovi contagi in Lombardia risale, dal 2,2% di ieri al 2,6% di oggi, il quarto più basso d’Italia.
Il più alto è ancora in Friuli (+4,6%). Sopra il 4% anche la Calabria (+4,1%).

Fonte dati: Protezione Civile

#7 RT in Italia a 1,18

L’indice Rt nazionale è sceso a 1,18 e in quattro regioni è sotto l’1: Lazio, Liguria, Molise e Sardegna.
L’ultimo RT di Milano datato 12 novembre è arrivato a 1,06
 
L’RT a metà ottobre aveva raggiunto il massimo a Milano: 2,35. Da quel momento la curva ha iniziato a scendere passando sotto il 2 intorno al 25 ottobre e arrivando questi giorni a 1,06. 
Da notare che il lockdown è iniziato il 6 novembre. Ossia quando tutti gli indici e le medie mobili erano già in calo a Milano da almeno una settimana.

Continua la lettura con: Uno studio internazionale: in ITALIA le misure anti Covid più restrittive del mondo. NORVEGIA e FINLANDIA provano che l’approccio svedese FUNZIONA

 MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su [email protected] (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here