🔴 Dati 12 aprile. ITALIA: 431 morti, il numero più basso dal 18 marzo

Una buona Pasqua sul fronte coronavirus. La Lombardia rimane sempre al primo posto però riduce di molto i morti che risultano in calo in quasi tutte le regioni. In tre a quota zero. Lieve crescita in Toscana

Foto: Andrea Cherchi (c)

12 aprile 2020. Una buona Pasqua sul fronte coronavirus. La Lombardia rimane sempre al primo posto però riduce di molto i decessi: 110 dai 273 di ieri. Stabili le altre due regioni più colpite: Emilia e Piemonte, mai così vicino alla Lombardia. Nel resto d’Italia la situazione migliora quasi ovunque, ad eccezione di Marche, Sicilia, Valle d’Aosta e soprattutto della Toscana che presenta la crescita percentuale più alta. Decessi a zero in Calabria, Sardegna e Umbria per il secondo giorno consecutivo.

In un confronto con il resto del mondo, l’Italia risulta terza per numero di morti nelle ultime 24 ore con +431 (1. Usa +858, 2. UK +737) e per nuovi contagi con + 4.092 (1. UK 5.288 2. USA +4.477).


I dati Regione per Regione

Decessi del giorno (tra parentesi i dati di ieri con la percentuale di incremento sul totale)

Lombardia +110 (da +273, +1,0%)
Emilia-Romagna +83 (da +84, +3,3%)
Veneto +25 (da +38, +3,0%)
Piemonte +96 (da +101, +5,8%)
Marche +11 (da +7, +1,5%)
Liguria +15 (da +25, +3,5%)
Campania +4 (da +7, +1,6%)
Toscana +28 (da +13, +5,9%)
Sicilia +9 (da +6, +5,8%)
Lazio +6 (da +10, +2,1%)
Friuli-Venezia Giulia +10 (+6, +5,4%)
Abruzzo +6 (da +8, +2,9%)
Puglia +7 (da +15, +2,7%)
Umbria 0 (da 0, +0%)
Bolzano +5 (da +9, +2,5%)
Calabria 0 (da +1, +0%)
Sardegna 0 (da +4, +0%)
Valle d’Aosta 5 (da 0, +4,6%)
Trento +7 (da +9, +2,4%)
Molise +1 (da +1, +7,1%)
Basilicata +1 (da +2, +5,8%)

Totale: +431 (da +619, +2,2%)



Contagi (tra parentesi l’aumento delle ultime 24 ore)

Lombardia 59.052 (+1.460, +2,5%)
Emilia Romagna 20098 (+463, +2,4%)
Veneto 14.077 (+309, +2.2%)
Piemonte 16.660 (+652, +4.1%)
Marche 5.303 (+92, +1.8%)
Liguria 5.494 (+118, +2.2%)
Campania 3604 (+87, +2,5%)
Toscana 7.235 (+277, +4%)
Sicilia 2.416 (+52, +2,2%)
Lazio 4.845 (+122, +2.6%)
Friuli Venezia-Giulia 2.431 (+38, 1,6%)
Abruzzo 2.160 (+40, +1.9%)
Puglia 2.989 (+85, +2.9%)
Umbria 1.319 (+10, +0,8%)
Bolzano 2.098 (+141, +7.2%)
Calabria 923 (+8, +0.9%)
Sardegna 1.1113 (+22, +2%)
Valle d’Aosta 921 (+19, +2,1%)
Trento 3053 (+83, +2.8%)
Molise 257 (+11, +4.5%)
Basilicata 315 (+3, +1%)

Dati: Protezione Civile

Aiutiamoci. Se vuoi aiutare a fornire un pasto alle famiglie di Milano che in questo momento sono più in difficoltà, puoi partecipare a #aggiungiunpastoatavola iniziativa di #milanopermilano. Puoi donare qui (il 100% del ricavato viene usato usato per acquistare cibo dalla Fondazione Comunità di Milano): milanopermilano.it/dona

MILANO CITTA’ STATO

 

Articoli ultime 24 ore:
TERREMOTO nei vertici A2A: Sala cambia tutto nonostante risultati eccezionali
Sono nella merda, mamma
La RIAPERTURA: ecco dove e come in Europa si sta entrando nella fase 2
CHI LI HA VISTI? Milano zona rossa per i rappresentanti delle istituzioni italiane
🔴 Dati 11 aprile. ITALIA: 619 decessi, concentrati per quasi il 75% in Lombardia, Emilia e Piemonte, che segna l’incremento percentuale maggiore
🔴 Dati 11 aprile. Lombardia: crescono decessi e contagi. Allarme a MILANO: in città raddoppiano sfiorando il record di sempre

 

MILANO CITTA’ STATO

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

 

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Caro lettore, il sito Milano Città Stato è gestito da Vivaio, associazione no profit. Per assicurare contenuti di qualità tutti i collaboratori lavorano senza sosta. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, se ci leggi spesso e se condividi il nostro intento di contribuire a una Milano (e un’Italia) che sia sempre migliore, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci, in particolare in questo momento così delicato. Grazie!