🔴 3 Giugno in LOMBARDIA: cosa cambia, cosa si potrà fare, dove si potrà andare?

Spostamenti, controlli nelle altre regioni, mascherine, spettacoli all'aperto o al chiuso, cosa succede nelle spiagge: le principali modifiche e conferme dal 3 giugno in Lombardia e nel resto d'Italia

credit: www.menteinviaggio.it

2 giugno: l’ultimo giorno di confinamento, ci auguriamo per sempre. Da mercoledì 3 giugno, niente più “frontiere” tra le regioni: non ci saranno più barriere per gli spostamenti regionali. Vediamo tutti i cambiamenti. 

🔴 3 Giugno in LOMBARDIA: cosa cambia, cosa si potrà fare, dove si potrà andare?

Spostamenti tra regioni senza autocertificazione 

Si potrà uscire dalla Lombardia senza bisogno di autocertificazione e andare in ogni regione italiana.

No passaporto sanitario ma in quattro regioni ci saranno controlli all’ingresso

Nessun passaporto sanitario, però quattro regioni aprono “con riserva”. In Campania, Sardegna, Sicilia e Puglia ci saranno rigidi controlli in ingresso con la quarantena immediata per chi dovesse essere scoperto positivo. La Sicilia attiverà un’app di tracciamento facoltativa.

Serve un nuovo DPCM?

La situazione epidemica Covid-19 è sotto controllo: non serve un nuovo Dcpm (Decreto del presidente del Consiglio) perché la libertà di spostamento tra le regioni è già prevista nel decreto legge entrato in vigore il 18 maggio scorso.

Gli stranieri potranno entrare in Italia?

Sì, frontiere riaperte. Per quanto riguarda l’uscita bisognerà attendere il via libera dalla gran parte di paesi europei. 

Dove si potrà alloggiare dal 3 giugno

Saranno raggiungibili le seconde case. Alberghi, bed and breakfast, case vacanza sono prenotabili.

Potremo andare in spiaggia?

Stagione balneare avviata in quasi tutte le regioni italiane. Le linee guida per le spiagge prevedono un’area di dieci metri quadri per ogni ombrellone ma Veneto ed Emilia hanno aumentato lo spazio fino a 12 metri. Riaprono anche luna park, giostre, terme e piscine: in tutte, però, permangono le regole di distanziamento.

Distanziamento e mascherina all’aperto: rimangono solo in Lombardia

Resta ancora il divieto di assembramento e obbligo di mascherina all’aperto, solo in Lombardia.La principale regola ancora da osservare resta la distanza interpersonale di un metro, che diventano due quando si fa attività motoria, tranne per chi vive sotto lo stesso tetto e i famigliari. 

Con gli amici? E in auto?

Non c’è alcun limite all’incontro degli amici, ma bisogna mantenere le distanze. Anche in auto o sulla moto resta obbligatorio mantenere le distanze interpersonali. In macchina si potrà andare tutti insieme se si appartiene ad uno stesso nucleo familiare convivente, diversamente in un’auto di dimensioni normali potranno viaggiare insieme solo due persone e con mascherina: il guidatore e un solo passeggero sul sedile posteriore. In moto si dovrà andare da soli. Ammesso portare un’altra persona dietro solo se abita nella stessa casa.

Limite di 1000 persone per gli spettacoli all’aperto e 200 nelle sale al chiuso (dal 15 giugno)

Agli spettacoli all’aperto potranno assistere al massimo mille persone, 200 nelle sale al chiuso, con la data di riapertura dovrebbe essere il 15 giugno.

E chi ha la febbre?

Resta anche l’obbligo del distanziamento sociale e la quarantena per chi ha infezioni respiratorie con febbre o la temperatura corporea superiore ai 37.5 gradi.

Fonti: MilanoToday

MILANO CITTA’ STATO

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore

SOSTIENI MILANO CITTÀ STATO

Sostieni Milano Città Stato

 
Milano Città Stato. Il grande sogno dei milanesi