I 7 NUOVI GRATTACIELI in partenza o in arrivo nel 2021

In arrivo un Settebello di torri e grattacieli. Tra inaugurazioni e avvio di nuovi cantieri, cosa vedremo il prossimo anno?

Credits: corriere.it - Il quarto grattacielo

Milano continua a puntare in alto: nuove torri e grattacieli vedranno presto la luce. Tra inaugurazioni e avvio di nuovi cantieri, cosa vedremo il prossimo anno?

I 7 NUOVI GRATTACIELI in partenza o in arrivo nel 2021

#1 Inaugurazione della “Scheggia” in via Melchiorre Gioia: alto 120 metri per 26 piani, sarà il nuovo HQ di UBI Banca

Credits: Urbanfile.org – Gioia 22

Il primo grattacielo a inaugurare sarà la “Scheggia”, chiamato in questo modo per via della sua forma a punta verso l’altro e del vetro utilizzato per la sua copertura esterna, o ufficialmente “Gioia22”. Disegnato da Pelli Clarke Pelli Architect ha un’altezza di 120 metri per 26 metri e sarà il HQ di UBI Banca. La peculiarità di questa nuova torre è di essere la prima torre ad emissioni zero. Taglio del nastro previsto tra febbraio e marzo del 2021.


Leggi anche: CITY LIFE vs PORTA NUOVA: la sfida presente e futura tra verde e architettura

#2 Avvio lavori per i “fratelli di Gioia 20”: due torri alte 98 e 64 metri

Credits: Urbanfile – Gioia 20

Il progetto di “Gioia 20” è suddiviso in “Gioia 20 Est”, alto 98 metri di fronte a “Gioia 22”, e “Gioia 20 Ovest” di 64 metri. A fine 2020 sono state predisposte le aree di cantiere e le opere speciali propedeutiche a scavi e fondazioni che partiranno nei primi giorni del 2021. Le due torri ad uso terziario, che rientrano nel vasto progetto di Porta Nuova Garibaldi Varesine, andranno a coprire gli ultimi due buchi rimasti in questa porzione del Centro Direzionale. Termine lavori entro Aprile del 2024.

#3 Avvio lavori di ristrutturazione e riqualificazione di “Pirelli 35”, ex-sede Telecom. Previsto un attico sopra il ristorante sul tetto e un edificio ponte

Credits: professionarchitetto.it – Pirelli 35

L’edificio in via Pirelli 35, ex-sede telecom, vedrà partire nel 2021 i lavori di ristrutturazione e riqualificazione sulla base del progetto di Park Associati e Snøhetta, vincitori del concorso internazionale per il recupero del complesso. Oltre alla ristrutturazione dell’edificio esistente, in continuità di scala e sulle linee degli edifici attigui, è prevista la creazione di un nuovo spazio urbano all’interno della città. Inoltre vengono aggiunti all’edificio un nuovo volume e creato un attico sospeso sopra il ristorante sul tetto, mentre sulla parellela via Bordoni viene creata un’estensione di sei piani collegata al volume principale da un edificio ponte



#4 Nel 2021 inizieranno i lavori preliminari per il “Pirellino”

Credits: Urbanfile – Ipotesi del futuro grattacielo

Anche l’area di Pirelli 39, ovvero il Pirellino o Ex UTC, attigua all’area di Pirelli 35, , vedrà l’avvio dei lavori preliminari il prossimo anno, anche se le opere propedeutiche di strip out e di rimozione materiali contenti amianto, in carico al Comune risultano già in corso. Nei prossimi mesi Coima procederà all’aggiudicazione finale ad uno dei 6 studi già selezionati nella primavera 2020 che hanno partecipato alla fase di progettazione.

#5 Il nido verticale: 23 piani per 120 metri d’altezza, pronto entro la fine del 2021

Credits: urbanup.it – Torre Unipol

La torre Unipol, ormai nota come il “Nido verticale” di Cucinella, così soprannominato per la sua forma e struttura, ha già raggiunto la quota massima in altezza con il core e ora, si sta provvedendo alla realizzazione degli impianti e dell’intelaiatura esterna che ne comporranno la maglia. Entro la fine del 2021 il grattacielo di 120 metri per 23 piani dovrebbe essere completamente realizzato.

Leggi anche: PORTA NUOVA fa il bis: dal Nido Verticale a the Edge i nuovi progetti del cantiere più grande d’Europa

#6 Il quarto grattacielo di Citylife “The Gate”: parte con i lavori entro giugno 2021

Credits: corriere.it – Il quarto grattacielo

La nuova porta di ingresso a CityLife “The Gate”, nonché quarto grattacielo del parco, vedrà partire i cantieri nella prima metà del 2021. Disegnato da un architetto d’eccezione, Bjarke Ingels, socio fondatore di BIG-Bjarke Ingels Group, è composto da due edifici asimmetrici, trasparenti, circondati da un sottilissimo colonnato. Il porticato, interamente realizzato in pannelli solari, richiama la mezza luna, fornendo al contempo occasione di dialogo ai due edifici e offrendo una copertura alla grande piazza pubblica, integrata con il parco. Data inaugurazione nel 2023.

Leggi anche: Il BACIO DI PIETRA: l’ultima opera d’arte nel Parco d’Arte Contemporanea di CITYLIFE (FOTO GALLERY)

#7 Inizio dei lavori per la “Torre Faro A2A” di 145 metri allo Scalo di Porta Romana

Credits: fanpage.it – Torre Faro A2A

La caratteristica più importante del grattacielo, progettato dallo studio di architettura Antonio Citterio – Patricia Viel, sarà la sua forma tubolare e un’originale spaccatura a circa 60 metri di altezza con dei giardini pensili. Oltre allo sky garden, che sarà alto circa tre piani, ci sarà un belvedere che con molta probabilità sarà accessibile al pubblico. Dopo le demolizioni e pulizie dell’area già effettuate, l’inizio vero e proprio dei lavori dovrebbe essere alla fine del 2021 con conclusione tra il 2023 e 2024.

Leggi anche: Un nuovo GRATTACIELO di 144 metri con GIARDINO PANORAMICO sopra Milano

Fonte principale dell’articolo: Urbanfile

Continua la lettura con: Le 4 PIAZZE di Milano che saranno TRASFORMATE nel 2021: ecco come diventeranno

MILANO CITTA’ STATO

Se vuoi collaborare al progetto di Milano Città Stato, scrivici su info@milanocittastato.it (oggetto: ci sono anch’io)

🍾 ENTRA NEL CAMBIAMENTO: Ti invitiamo a iscriverti alle nuove newsletter di milanocittastato.it qui: https://www.milanocittastato.it/iscrizione-newsletter/
Ti manderemo anche notizie che non pubblichiamo sui social

Le città più internazionali e aperte al mondo sono delle città stato come #Amburgo #Madrid #Berlino #Ginevra #Basilea #SanPietroburgo #Bruxelles #Budapest #Amsterdam #Praga #Londra #Mosca #Vienna #Tokyo #Seoul  #Manila #KualaLumpur #Washington #NuovaDelhi #HongKong   #CittàDelMessico #BuenosAires #Singapore


1 COMMENTO

  1. architetture interessanti, peccato che esprimano solo il predominio di un potere economico senz’anima che ha sfruttato l’arte, da cui è partito tutto, solo come punta di lancia per fare “piazza pulita” di quartieri degradati su cui insediare prima il mondo della moda e poi quello della finanza. E per il mondo della finanza l’estetica è puramente funzionale alla propria supremazia. E’ questo il modello di città a cui le persone intelligenti potevano aspirare? Non credo proprio.

Comments are closed.