Le elezioni viste da Milano Città Stato (I Turno)

Si annuncia un ballottaggio appassionante tra Beppe Sala e Stefano Parisi che al primo turno risultano distanziati dell’1% pari a meno di 5.000 voti. Ma che dati si possono ricavare per Milano Città Stato?

Candidati a favore vs candidati contrari a Milano Città Stato: chi ha vinto?

Nelle settimane precedenti abbiamo invitato tutti e 9 i candidati sindaco a esprimersi sull’ipotesi di Milano Città Stato, dicendo SI o NO al fatto che Milano possa acquisire lo status di regione, come consentito dall’articolo 132 della Costituzione e come sono le principali città d’Europa (tra cui Berlino, Madrid, Londra, Amburgo e Vienna).
Baldini, Cappato, Corrado, Mardegan, Parisi e Santambrogio in un evento pubblico organizzato in Triennale hanno detto SI a Milano Città Stato, pur con diverse specifiche sulle modalità di attuazione.
Beppe Sala non ha partecipato all’evento, ma in questa intervista ha detto che bisogna proseguire per Milano sul modello di città metropolitana, un modello che non prevede per Milano lo status di regione ma che la mantiene all’interno della Regione Lombardia con poteri che sostituiscono quelli di una provincia, allo stesso modo delle altre 13 città metropolitane italiane: Torino, Napoli, Palermo, Bari, Catania, Firenze, Bologna, Genova, Venezia, Messina, Reggio Calabria, Cagliari e Roma Capitale.
Azzaretto e Rizzo non hanno partecipato all’evento in Triennale e non hanno rilasciato dichiarazioni su Milano Città Stato.

Percentuale voti dei candidati che si sono espressi a favore di Milano Città Stato (Baldini, Cappato, Corrado, Mardegan, Parisi, Santambrogio):

54,36%

Percentuale voti dei candidati che si sono astenuti o che non sono a favore di Milano Città Stato (Rizzo, Azzariti e Sala):

45,64%

Come sono andati i consiglieri consigliati da Milano Città Stato

Prima delle elezioni, Milano Città Stato ha dato il suo endorsement a 20 candidati al consiglio comunale che hanno dichiarato pubblicamente di essere a favore di Milano Città Stato.

Sono stati eletti:

Pietro Tatarella: 5.512 preferenze (secondo in Forza Italia)
Matteo Forte: 2.290 preferenze (primo in Milano Popolare)
Rosario Pantaleo: 1.383 preferenze (nono nel PD)
Filippo Barberis: 1.302 preferenze (dodicesimo nel PD)
Alessandro Morelli: 1.041 preferenze (secondo nella Lega Nord)

1 su 3 dei candidati a favore di Milano Città Stato entreranno in consiglio.

Grazie a loro, a chi non è stato eletto e a chi li ha votati.
Questo è solo l’inizio.