7 motivi perché l’autonomia di Milano dovrà essere una priorità del prossimo sindaco

Il tema è importante ed entrambi i candidati sindaco ci hanno dato un loro parere: Parisi si è espresso pubblicamene a favore di una autonomia di Milano sul modello delle principali città europee, Sala è rimasto cauto. Noi siamo certi che, a parte i calcoli elettorali, se vuole governare nell’interesse dei cittadini la prossima giunta dovrà avere come priorità l’autonomia per Milano.

Per almeno 7 ragioni.

7 motivi perché l’autonomia di Milano dovrà essere una priorità del prossimo sindaco

#1 Perché Milano non può perdere terreno con le altre città d’Europa.

Negli ultimi vent’anni la tendenza diffusa nei principali Stati europei è dare poteri speciali alle loro città di punta. Londra, Madrid, la stessa Parigi hanno ricevuto una grande autonomia, assumendo una fisionomia simile ad altre città Stato europee come Amburgo, Berlino, Vienna o come le città principali della Svizzera. In tutta Europa si è compreso che le grandi città competono tra loro, oltre la stessa nazione. A questa tendenza si è finora sottratta solo l’Italia che con la riforma Delrio mette Milano sullo stesso piano di altre 13 città italiane e non le permette invece di paragonarsi ad armi pari con le migliori città europee.
Milano con la sua storia e le sue potenzialità non può perdere il contatto con le migliori città europee.

#2 Perché dare autonomia a Milano può servire a rinnovare lo Stato.

Il nostro paese è in crisi da vent’anni. Stiamo perdendo posizioni in molte delle classifiche internazionali. La crisi più evidente è dello Stato. Uno Stato la cui priorità ormai è trovare soldi per pagare gli interessi sul debito e per le pensioni. Uno Stato che aumenta lo squilibrio tra chi ha delle posizioni di vantaggio per lo più anagrafiche e chi invece è tagliato fuori da questo sistema. Uno Stato da rinnovare radicalmente: per farlo senza salti nel vuoto la cosa migliore è sperimentare a livello locale un nuovo tipo di organizzazione della comunità. Milano Città Stato può essere il laboratorio in grado di mostrare come lo Stato possa essere rinnovato nelle sue funzioni fondamentali e sappia ritrovare lo spirito originario di strumento di libertà e di uguaglianza per tutti i cittadini.

#3 Perché l’autonomia è una questione di dignità.

In ogni famiglia il figlio capace è premiato con maggiore autonomia e con una maggiore responsabilità. L’autonomia nella gestione dei soldi e del suo tempo è la premessa-base per consentirgli di crescere. Così accade nell’azienda dove chi è bravo viene premiato con maggiori poteri e maggiore autonomia. Milano è la città che merita più di ogni altra la possibilità di gestirsi in autonomia.
Ma occorre un senso di dignità da parte dei milanesi per smetterla con l’alibi del dare la colpa allo Stato, di aspettare che lo Stato risolva i nostri problemi o di lasciare che ci dica quanto e come spendere le nostre risorse.
Serve la dignità di impegnarsi perché Milano possa produrre di più per tutta la nazione, assumendosi la responsabilità di governarsi.

#4 Perché l’autonomia è consentita dalla Costituzione.

L’articolo 132 della Costituzione consente che ogni comunità di almeno un milione di persone possono ottenere lo status di regione. Un articolo che di fatto è stato anche disatteso in passato visto che ci sono regioni, come il Molise o la Basilicata, che non raggiungono la soglia minima di abitanti prevista dalla nostra carta. Milano ha il diritto di avere questo status. Ci sono diverse modalità giuridiche per fare ottenere a Milano un’ampia autonomia, serve solo la volontà politica.

#5 Perché Milano autonoma può fornire vantaggi concreti per i suoi cittadini

In Italia i principali centri decisionali sono lo Stato e le regioni, che amministrano anche i fondi europei. Se Milano diventa una Regione può raggiungere livelli di eccellenza straordinari: nella sanità, nello sviluppo delle infrastrutture, nell’utilizzo di fondi europei, nella gestione delle risorse per creare lavoro e attirare investimenti con politiche realizzate ad hoc per il territorio, nelle politiche ambientali e del verde.

#6 Perché l’autonomia dà la possibilità a Milano di sperimentare nuove forme di finanziamento

Le risorse per Milano vengono assegnate da uno Stato che è il più indebitato d’Europa. Abbiamo un regime fiscale tra i più penalizzanti al mondo per chi fa impresa e molti giovani ed aziende si trasferiscono all’estero per poter trovare migliori condizioni di lavoro.
Milano autonoma potrà mantenere sul territorio una parte delle risorse che produce e potrebbe sperimentare nuove forme per attirare finanziamenti, anche molto innovative: come quella della città universale o quella di mettere a reddito le molte opere d’arte sul suo territorio. Questo consentirebbe di attirare nuove risorse senza gravare di un centesimo sullo Stato. E questo modello, una volta sperimentato con successo, potrebbe essere poi esportato ad altre città italiane.

#7 Perché l’autonomia può rendere libera Milano di scegliere il suo futuro

La legislazione attuale è un freno al futuro di Milano, perché prevede di subire la legislazione e i poteri imposti dallo Stato centrale, senza la possibilità di avere il rapporto diretto con lo Stato, come le regioni. Questo sistema imposto definisce anche il destino di Milano: Milano nel 2025 sarà solo al 58mo posto tra le città più attrattive, subito dopo Lisbona e Nuova Delhi. E il dato più scoraggiante è che nei prossimi 9 anni la nostra città sarà una di quelle che arretrerà di più al mondo, perdendo 13 posizioni nella classifica della competitività (fonte: Hot Spot 2025, Economist). Autonomia significa poter consentire a Milano di costruire il suo futuro, scegliendo ciò che è meglio per sé e per il resto del Paese con dignità e responsabilità. In questo modo il futuro diventa ciò che dovrebbe essere: speranza di qualcosa di meglio.

2 COMMENTI

  1. troppe parole, non ascoltate i cittadini, si auspica l’ autonomia da Roma , (non sono leghista) prima di tutto una mano sulla coscienza e poi si può discutere. Cordialità , Bruno Moretti.
    P.S. e poi vi lamentate se i 5S aumentano i consensi. onesta! onestà onestà. Saluti. B.M.

Comments are closed.