5 proposte dai tavoli di partecipazione e 5 motivi per esserci ai tavoli cultura

Un tranquillo lunedì sera. La via di Celentano, via Gluck, la via del Fermo Immagine – il Museo del Manifesto Cinematografico. In mezzo alle locandine della settima arte, alcuni milanesi d.o.c. e neo si sono trovati per compiere il secondo passo nella storia della nuova Milano.

Dopo le 10 proposte emerse dai tavoli di ideazione, i protagonisti sono stati divisi in due tavoli di partecipazione: il primo, denominato “TAVOLO CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE“, ha lavorato su eventi, campagne, momenti da proporre ai cittadini per diffondere il giusto messaggio circa l’anima di Milano città stato; il secondo, “TAVOLO EDITORIA“, ha elaborato spunti, riflessioni, argomenti, strumenti (tra articoli, video, social post, fotoreportage, nuove rubriche) affinché Milanocittastato.it sia il più completo organo di informazione di Milano città stato e la possa delineare per parole e immagini.

Cosa è emerso dopo due ore di lavori?

5 proposte emerse dai tavoli di partecipazione

#1. Trasmettere l’IDENTITA’ di Milano città stato in ogni comunicazione è prioritario (emersa nel manifesto).

#2. Il punto di partenza sono i progetti già votati nel primo incontro del 16 gennaio (questi: http://www.milanocittastato.it/news/10-prime-proposte-per-milano-citta-stato/).

#3. Milano città stato deve essere il luogo mediatico e reale in cui si concretizzano interviste e azioni di coinvolgimento di personaggi noti e cittadini perché si sentano partecipi di un progetto comune per il bene di Milano e lo vogliano supportare.

#4. Milano città stato deve essere il luogo in cui – per articoli, immagini, parole, video, animazioni  – si dimostri concretamente che Milano città stato già esiste e si potrà realizzare.

#5. Proporre notizie di attualità con un taglio sempre propositivo, progetti di ecosostenibilità, storie di cittadini che hanno fatto qualcosa di meritevole per Milano, prove pratiche di democrazia diretta ed exempla dall’estero, eventi (periodici e una tantum) sono la prova concreta a fattiva di cosa succede se si realizzeranno tali progetti.

5 punti sui quali progredire e che ci portano ai:

5 ragioni perchè voglio partecipare il 4 febbraio ai tavoli cultura di Milano città stato

#1. Per soddisfare tutti i dubbi su: “Che cosa è questa Milano città stato?”.

#2. Per fare delle mie proposte e condividere il mio punto di vista sulla città ideale.

#3. Per conoscere nuove persone attive su Milano.

#4. Per scoprire luoghi nascosti della mia città visto che Milano città stato trova sedi ogni volta diverse e uniche per i propri meeting.

#5. Per dire, un giorno, ai propri nipoti: “C’ero anche quando venne fondata la nuova Milano”.

3 falsi miti su Milano città stato

#1. Milano città stato non è un gruppo secessionista, come non lo sono le altre città stato interne a stati sovrani, come Berlino, Amburgo o Vienna. Anzi, mira a rendere Milano una città più forte per competere a livello internazionale e uno stimolo per rinnovare tutta l’Italia.

#2. Milano città stato non è espressione di un singolo: non c’è una sola persona a parlare, ma tutti sono invitati, secondo le proprie aspirazioni, a partecipare a tavole rotonde e dire la propria.

#3. Milano città stato non è concetto lasciato ai libri di filosofia o alle poleis greche: l’articolo 132 della Costituzione Italiane ed esempi illustri all’estero (anche vicine, come Berlino, Londra, Madrid) dimostrano che l’autonomia si può fare, adesso.

E dunque… ecco che cosa è successo nel nostro ultimo incontro, per immagini:

Come esserci?

PROSSIMO APPUNTAMENTO:

GIOVEDì 4 FEBBRAIO –

TAVOLI DI CULTURA –

ORE 18.30 – INGRESSO LIBERO

 

1 COMMENTO

Comments are closed.