10 prime proposte per Milano città stato

Alle ore 16 di sabato 16 gennaio, oltre cento cittadini milanesi hanno risposto all’appello lanciato da Milano Città Stato e si sono riuniti per rispondere a questa semplice domanda:

Come dovrebbe essere la tua città ideale?

Facciamo un passo indietro, che cos’è Milano Città Stato?

Milano Città Stato è un progetto che nasce all’interno di Vivaio – associazione no profit apartitica che ha l’obiettivo di favorire l’ideazione e lo sviluppo di progetti che possano fare diventare Milano una città leader a livello mondiale – da un’idea di Andrea Zoppolato e Duilio Forte.

“Milano Città Stato significa concepire e realizzare a Milano la città ideale attraverso il coinvolgimento dei cittadini. E’ un progetto trasversale alla politica che mira a coinvolgere tutti quanti vogliano il bene di Milano e desiderino vivere in una città più efficiente, stimolante, d’esempio per il resto d’Italia”. Con queste parole Andrea e Duilio hanno presentato questa nuova avventura, alle numerose persone che si sono presentate nell’accogliente cornice del teatro di Copernico Milano, via Copernico 38, a Milano.

Ecco le 10 proposte emerse dai 4 tavoli di ideazione sul tema: “Milano città stato”.

10 proposte per Milano città stato:

 

#1. Milano free zone e priva di burocrazia

 

#2. Milano città sempre sveglia

con musei, small market truck, uffici e spazi utilizzabili H24

 

#3. Creare un fondo patrimoniale che metta assieme tutte le opere d’arte della città
e metterne in vendita le sue quote così da finanziare la produzione di cultura

 

#4. Far competere i quartieri sull’incremento e la valorizzazione delle aree verdi,
anche attraverso l’impiego di nonni rangers, anziani che forniscono idee e interventi per incrementare il verde

 

#5. Creare sistemi innovativi per favorire il trasferimento di beni privati al bene comune

come quello di consentire una tassazione nulla o molto agevolata ad imprese, che con la scomparsa del fondatore vengano consegnate alla comunità

 

#6. Far finanziare dai più ricchi della città una settimana di attività culturali

in cui scuole e uffici siano chiusi

 

#7. Per stimolare l’imprenditorialità, inserimento nelle scuole dell’insegnamento sul fare impresa…

e rendere obbligatorio, per ogni giovane, la costituzione di una start up, come fosse uno stage

 

#8. Poter fondare un’azienda in 10 minuti

con tassazione agevolata e burocrazia ridotta per tre anni

 

#9. Ridefinire e identificare le zone di Milano in modo diverso da quell’attuale

 

 

#10. Creare una scuola di civismo

per fare in modo che ogni cittadino sia formato a svolgere un ruolo attivo e responsabile verso la comunità

 

PROSSIMO APPUNTAMENTO: GIOVEDì 4 FEBBRAIO 2016 – TAVOLI DI CULTURA 

Nella fotogallery, qualche immagine dai primi tavoli ideazione del 16 gennaio e l’appuntamento a quello di partecipazione, del 25 gennaio 2016. Prossimo e ultimo incontro, giovedì 4 febbraio presso Copernico. 

tavoli-cultura

5 COMMENTI

Comments are closed.