Se volessimo fondare una nuova Milano, dove la faremmo?

Milano Marittima non ci basta. Bisogna farci una colonia. Ci siamo chiesti: se volessimo costruire una nuova Milano, dove la potremmo fare?

4 luoghi dove si potrebbe far nascere la nuova Milano

#1 A 30 Km a sud di Milano

Tanti si lamentano che Milano ha poco verde. Per farla diventare una delle città più verde del mondo basterebbe costruire la nuova Milano 30 chilometri a sud, mantenendo in mezzo il parco agricolo. In questo modo unendo Milano alla sua colonia si avrebbe una metropoli con in mezzo un parco enorme, che farebbe impallidire il Central Park o il Tiergarten.

#2 Alle falde del kiliminangiaro

Collegamento con la tradizione musicale italiana, vicini alla montagna per ritrovare l’atmosfera delle Alpi e anche per avere un clima più temperato. Si avrebbe poco fuso orario, che renderebbe più facile il collegamento lavorativo con Milano. L’Africa avrebbe senso perché è il continente meno intaccato, c’è lo spazio e bisogna contrastare l’invasione dei cinesi. Ottimo anche per riequilibrare i fenomeni migratori.

#3 Un luogo estremo

Il Milanese ama le grandi sfide. Si potrebbe andare al polo sud che è di tutti e di nessuno. Un altro vantaggio è che ha ampi spazi ed è il posto giusto per chi ha voglia di fare, che è la caratteristica principe della nostra gente. Il problema dell’Antartide è che metà dell’anno è buio e metà è alla luce.

#4 Creare un’isola artificiale fuori dalle acque territoriali

Saremmo così la prima città al mondo che si crea la sua colonia in mare aperto. Darebbe finalmente il mare a Milano e potrebbe portare civiltà nelle aree marine più selvagge.
Per fare il colpaccio si potrebbe costruire al di sopra di giacimenti petroliferi. O, ancora meglio, creare delle turbine dove ci sono correnti marine in grado di creare un’energia infinita. Per rispecchiare la tradizione di Milano sarebbe fatta a cerchi, come una vera isola, aggiungendo un nuovo cerchio se arrivano nuovi entranti, potrebbe potenzialmente essere una città infinita. E poi avrebbe la metropolitana navale.

Scritto con Duilio Forte