Quando a Porta Venezia c’erano i cammelli

Nell’estate del 1929 era possibile farsi un giro dei giardini di Porta Venezia sulla groppa di un cammello. Non erano fuggiti dallo zoo che sorgeva ai lati del parco: si trattava di 7 cammelli provenienti dall’Esposizione di Torino dell’anno precedente, donati al Comune di Milano da un parlamentare, l’onorevole Teruzzi, per valorizzare i giardini pubblici.

Il servizio di trasporto fu inaugurato a giugno e per alcune settimane si poté montare sui cammelli assistiti da alcuni berberi della regione del Fezzan. Alla fine dell’estate il servizio fu soppresso.

 

(Fonte: Corriere della Sera)