Oggi è il nostro primo compleanno

E’ già passato un anno. Era l’11 gennaio 2016 quando abbiamo messo on line il sito www.milanocittastato.it
Come si può immaginare non è nato all’improvviso. Vi sveliamo i passi che hanno portato a quel giorno.

La prima riunione

Il primo è stato a settembre del 2014, oltre un anno prima. Expo non era stato ancora fatto e in riva alla Darsena si sono incontrati una dozzina di innamorati di Milano, la maggior parte appartenenti a Vivaio. Obiettivo era di elaborare un progetto politico che potesse fare diventare grande Milano. La prima cosa che è stata chiesta nella riunione era: che cosa hai votato alle ultime elezioni?
Il risultato era verificare che i presenti appartenessero a tutte le principali fazioni politiche, presupposto fondamentale perchè si facesse qualcosa al di là di un singolo schieramento. Così è stato.
Nell’autunno sono proseguiti gli incontri. Alcuni si sono staccati, altri si sono aggiunti. Il tema era di concepire Milano come la città ideale, immaginando cosa dovesse avere per diventarlo.
Si sono iniziati a concepire i primi tasselli del futuro manifesto.

I tavoli di primavera

Il 14 febbraio 2015 si sono organizzati a Copernico i “Tavoli di Primavera” in cui sono stati invitati personaggi dei diversi settori di Milano per ideare progetti nei campi della cultura, dell’economia e della politica di Milano. Il tavolo della politica si è deciso di intitolarlo: “Milano Città Stato“.

La decisione di dicembre

Nei mesi successivi è proseguita l’attività di ideazione.
Nel dicembre dello stesso anno Duilio Forte, Andrea Zoppolato e Francesco Boz hanno deciso di trasformare Milano Città Stato da idea astratta di città ideale a un sito internet. Nei successivi giorni si è definita la linea editoriale e il progetto grafico curato da Cristiano Longhi e, durante le festività natalizie, con la collaborazione di Paola Perfetti e di Raffaella Appice, si sono scritti i primi articoli.
L’11 gennaio il sito era online e si è aperta la fan page. All’inizio eravamo solo noi.

Un ringraziamento speciale a chi ha collaborato e a chi ci sta seguendo con fiducia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO