La Baggina è a prova di bomba

1771. Su iniziativa del Principe Antonio Tolomeo Trivulzio apre il Pio Albergo Trivulzio per ospitare anziani poveri e deboli, abbandonati dalle famiglie. Per il gran numero di ospiti, si costruì una nuova struttura ad inizio novecento che venne soprannominata la “Baggina” dai milanesi.

Nel 1943 avvenne un fatto miracoloso. Una bomba cadde sul Trivulzio provocando un incendio ma senza provocare né morti né feriti. La madre superiora per ringraziamento decise di fare costruire all’interno della struttura una grotta intitolata alla Madonna di Lourdes in cui si conserva ancora oggi la testa della bomba.