Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia

Milano Città Stato non è un tema di politica locale, ma dovrebbe essere una priorità nazionale del governo. Perchè Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia, per due ragioni fondamentali.

Perchè Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia

1. La sindrome della Dinamo Berlino

la Dinamo Berlino vince il campionato 1987-88 della DDR
la Dinamo Berlino vince il campionato 1987-88 della DDR

Ai tempi della Germania Est dal 1978 al 1988, fino alla caduta del muro, tutti i campionati di calcio furono vinti dalla Dinamo Berlino. Ma mentre in patria non c’era partita con nessuno, appena usciva fuori dai confini nazionali la squadra prendeva gli schiaffi.
Milano sta facendo come la Dinamo Berlino della guerra fredda: sta drenando risorse dal resto del Paese ma non lo fa a livello internazionale. E questo accade per lo stesso motivo della squadra che vinceva i campionati della Germania Est: perché appartiene a un sistema perdente.
Basta un dato a dimostrarlo: gli investimenti esteri in Italia nel 2016 sono pari all’8% di quelli in Germania. E’ un rapporto superiore di 12 a 1 che indica che la Germania è un sistema di oltre 12 volte più attrattivo dell’Italia per un investitore internazionale.
In questo contesto Milano toglie ricchezza dal resto dell’Italia perché se un’impresa o un lavoratore capace scelgono di restare in Italia probabilmente andranno a Milano, perché offre le migliori opportunità professionali rispetto ad altre aree nazionali. Ma difficilmente un’impresa o un bravo lavoratore europeo sceglieranno di trasferirsi a Milano, perché l’Italia è un sistema penalizzante a livello di burocrazia, di tassazione, di libertà economica o di normative sul lavoro.
Quindi lasciare Milano con delle regole che la tagliano fuori dalla competizione internazionale non le consente di attirare risorse dall’estero che aumenterebbero la ricchezza di tutto il Paese. Nella situazione attuale, maggiore ricchezza di Milano significa più povertà per il resto dell’Italia perché è un gioco a somma zero, anzi a somma meno di zero perchè molti se ne vanno via.

Nella situazione attuale, maggiore ricchezza di Milano significa più povertà per il resto dell’Italia perché è un gioco a somma zero, anzi a somma meno di zero perchè molti se ne vanno via.

2. La logica dell’area test

La seconda ragione è che l’Italia ha bisogno di riforme radicali. A livello politico il nostro Paese appare diviso in tutto ma c’è una cosa su cui tutte le parti concordano: che l’Italia così non va. Non va a livello economico, con una crescita misera e un debito pubblico colossale, non va a livello giudiziario, con processi lunghi quattro volte la media europea, non va a livello di burocrazia, con un reticolo di leggi che irrigidiscono ogni aspetto del vivere comune. Sono talmente tante e complesse le cose che non vanno che chiunque abbia provato a fare dei cambiamenti è andato a sbattere contro un muro. L’Italia è affetta da elefantiasi, la cui forza trainante è lo status quo: è costituita da una serie di automatismi perfetti che impediscono qualunque modifica strutturale.

L’Italia è affetta da elefantiasi, la cui forza trainante è lo status quo: è costituita da una serie di automatismi perfetti che impediscono qualunque modifica strutturale.

In una situazione del genere l’unica possibilità di un rinnovamento è di realizzarlo in una dimensione più piccola. Come nel mondo delle imprese: quando c’è un settore con un’azienda dominante che fatica a tenere il passo del progresso è sempre una piccola impresa che rinnova il mercato con innovazioni gradite ai consumatori. Succede così perché una piccola azienda può essere più agile e scattante a rispondere alle dinamiche del mercato. Ma non solo. Una piccola azienda può anche sperimentare delle soluzioni che se non funzionano possono essere cambiate con facilità, senza i danni che ci sarebbero per una grossa azienda.
Per introdurre innovazioni il modo più semplice e conveniente è di sperimentarle su scala locale. Milano Città Stato in questo senso può essere perfetta: dotandosi della necessaria autonomia può avere la funzione riconosciuta di sperimentare iniziative legislative che possono poi essere estese al resto del Paese.
Poter attrarre risorse dall’estero e poter sperimentare politiche innovative sono le due ragioni perché Milano Città Stato sia il punto di partenza per il rilancio dell’Italia.

Poter attrarre risorse dall’estero e poter sperimentare politiche innovative sono le due ragioni perché Milano città stato sia il punto di partenza per il rilancio dell’Italia.

 

ANDREA ZOPPOLATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)