Inaugurazione delle scale mobili: panico a Milano!

1952. Alla Stazione Centrale di Milano entrano in scena le scale mobili. L’innovazione fu decisa a causa della scarsa accessibilità ai binari, dovuta al fatto che a Milano i binari della stazione sono rialzati rispetto alle strade cittadine.
Per collegare i diversi livelli vennero installate delle scale mobili che sorpresero i viaggiatori. Si verificarono diversi incidenti. Quello più divertente venne riportato dal Corriere della Sera. Due contadine di Oleggio che facevano parte di una comitiva, atterrite dallo strano congegno che si muoveva sotto i loro piedi, “si sono messe a urlare spaventate“. Le povere contadine per il terrore “si sono lasciate cadere” portandosi dietro nella caduta anche altri viaggiatori. Per fortuna la storia è a lieto fine e “sollevate di peso da alcuni volenterosi, le due donne sono giunte in qualche modo alla sommità della scala e sono state restituite piangenti ai compagni di viaggio“.

Le scale mobili in realtà furono inventate molti anni prima. Dopo il brevetto depositato dall’americano Jesse Reno nel 1892, furono introdotte in Gran Bretagna dove furono realizzate principalmente con i gradini in legno fino all’incendio alla stazione della metropolitana di King’s Cross che nel 1987 ne mise a nudo i problemi di sicurezza.
Una curiosità?
Le scale mobili più lunghe d’Europa sono a Potenza con 1,3 chilometri di lunghezza complessiva, seconde al mondo dietro a quelle di Tokyo che ha un impianto che supera il chilometro e mezzo.

(Fonti: Corriere della Sera, Wikipedia)