Milano- Roma in TRENO: come è cambiato dall’ottocento a oggi

il settebello sulla milano roma
il settebello sulla milano roma

E’ uno dei pochi primati nazionali che manca a Milano. La prima ferrovia italiana fu inaugurata a Napoli il 3 ottobre 1839, sette chilometri fino a Portici, 14 anni dopo la prima ferrovia commerciale sorta in Inghilterra.

La prima ferrovia a Milano comparve qualche mese dopo: la Milano – Monza, inaugurata nel 1840, lunga 12 chilometri. Solo a partire dal 1880 ebbe inizio un collegamento diretto giornaliero tra Milano e Roma: il diretto “1”. Era un treno a vapore che percorreva la distanza tra le due città in circa 14 ore.

Il primo servizio a trazione elettrica italiano venne attivato l’8 febbraio 1899 sulla Milano- Monza, ma mostrò presto i propri limiti: le batterie erano pesanti e l’autonomia era poca, così l’esperimento ad accumulatori fu pertanto abbandonato già nel 1903 e non ebbe più seguito.
Nel novecento comunque la rete divenne elettrica e i treni guadagnarono in velocità.

A inizio degli anni trenta per andare da Milano a Roma il rapido più veloce impiegava 9 ore e 40, con una media di circa 65 chilometri all’ora. Il Direttissimo ci metteva 11 ore e 35 minuti.
Negli anni ottanta arriva l’alta velocità: nel 1988 gli ETR.450 in servizio regolare a 250 km/h collocano i servizi Milano-Roma al secondo posto in Europa per velocità massima, subito dopo i TGV francesi, che in quegli anni viaggiano a 270 km/h.

Oggi si riesce a raggiungere Roma in meno di 3 ore.

C’è da dire che non tutte le tratte sono migliorate così tanto, specie quelle internazionali. Qualche esempio?

Con i treni più veloci:
Per andare a Berlino ci vogliono oltre 12 ore (media 85 chilometri all’ora).
Per andare a Barcellona ci vogliono 12 ore (media 80 chilometri all’ora).
Per arrivare a Nizza ci vogliono 5 ore (media 70 chilometri all’ora).

MILANO CITTA’ STATO

Leggi anche:
10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
“Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT(OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)