Accelerazione senza freni: 10 proposte alternative per ridare tempo a Milano senza rallentarla

Dopo l’appello di Sala: “Vorrei che Milano rallentasse“, ecco 10 proposte per ridare tempo ai milanesi.

10 idee per ridare tempo a Milano senza rallentarla

#1 Accelerazione della Pubblica amministrazione

Per ridurre traffico e inutili perdite di tempo il primo passo lo dovrebbe compiere la pubblica amministrazione. Documenti, pagamento delle multe, ogni pratica dovrebbe poter essere fatta da casa con pochi click. Ogni assessorato dovrebbe avere l’obbligo di rispondere ai cittadini entro massimo 24 ore. Ci sono impiegati comunali che usano il computer come se fosse una macchina da scrivere.

#2 Migliorare la comunicazione del Comune di Milano

In particolare occorre riorganizzare il sito del Comune. Non si trova mai niente. Fa perdere ore. Basterebbe affidarlo a un esperto di comunicazione.

#3 Togliere tempo al traffico

Incrementare gli spostamenti alternativi alla macchina. E costruire tunnel sotterranei per le auto: a Stoccolma o a Bruxelles riesci ad andare dall’altra parte della città in 5 minuti.

#4 Trasformare la 90/91 in una specie di metropolitana

Creare un anello per il percorso accelerato della 90/91, abolendo i semafori.

#5 Incrementare le connessioni tra i raggi

Invece di insistere ad aumentare solo le connessioni con il centro, occorre incrementare anche le connessioni tra i raggi: per andare da qualunque parte bisogna sempre passare dal centro. Sarebbe utile una linea circolare della metropolitana come esiste a Berlino e in altre metropoli.

#6 Metropolitana 24 ore

Estendere gli orari della metro, come nelle principali città europee, consente di distribuire meglio i flussi delle persone e far vivere con più calma gli eventi serali in città.

#7 Potenziare il wi fi cittadino

Ogni connessione alla rete deve essere superveloce.

#8 Supportare i genitori per i figli

I genitori milanesi trascorrono gran parte del loro tempo facendo gli autisti. Per portare i figli a scuola, ai corsi di nuoto o di yoga. In altre città è il Comune che si fa carico degli spostamenti dei ragazzi.

#9 Aiutare gli anziani nelle commesse domestiche

A Milano gli anziani sono lasciati soli o a carico dei loro figli per l’assistenza. In Svezia c’è un aiuto domestico: HemHyalp. Fornisce supporto agli anziani a sbrigare le faccende domestiche anche a chi non si può permettere un aiuto.

#10 Mettere i generatori di nebbia

Per consentire a ognuno momenti di intimità con il proprio pezzetto di città.