5 chicche vintage a Milano – MAPPA

Tra le mode che caratterizzano Milano in quest’ultimo decennio c’è senza dubbio quella del vintage. Tutti i grandi brand hanno fatto a gara per riportare in vita i ruggenti anni ’20, le gonnellone anni ’50-’60, le zeppe Seventies e persino il grunge anni ’90.
Ma non sono (non sempre) le rivisitazioni operate dai brand a interessare il vero amante del vintage, bensí i negozietti nascosti, le bancarelle sui Navigli, le vere chicche che solo un occhio attento scova tra i marchi che tutti conosciamo già.

Ecco allora il vintage della Milano che un vero vintage addicted non dovrebbe perdersi:

CLICCA SULLA MAPPA

mappa milano vintage#1. Napoleone

Via degli Arcimboldi, 5.
Chi davvero si intende di vestitini introvabili, salopettes di jeans extralarge, pois e righine non puó non conoscere questo pilastro del vintage milanese. In via degli Arcimboldi, nel mezzo di una passeggiata per via Torino, la sosta è d’obbligo, non fosse altro che per i Levi’s!

#2. East market

L’appuntamento della domenica (informarsi sulle date e i programmi)in quel di Lambrate, via Privata Giovanni Ventura, dal 26 giugno tutto da gustare nella versione estiva East Market Summer Edition. Metri e metri di bancarelle second hand, il paradiso esiste e si trova a Lambrate.

 

#3. Hangover

Un nome un perché: come restare ebbri tra vestitini, maglioncini, scarponcini in puro stile anni ’60 ma non solo. Da Hangover infatti si trovano occhiali da sole, bomberini anni ottanta e brillantina per i gusti più soft; calze a rete, corpetti dark e guanti in latex per quelli pù dark. In viale Gabriele D’Annunzio, a pochi passi dalla Darsena.

#4. Big Wolf 74

Il lupo di mare di Ticinese è Lui, il gestore di Big Wolf 74 in via Scaldasole. Una tappa obbligata per perdersi tra le proposte che il nostro mentore dall’impeccabile tenuta steampunk e che propone camicie hawaiane, magliette extralarge di band londinesi di altri tempi, doc Martens vissute da più piedi. Da mettere alla prova!

#5. Fiera di Sinigaglia

Il classicone numero 1, il mercato delle pulci più antico e amato dai milanesi, che nel corso degli anni ha cambiato più volte il suo quartier generale, per poi tornare sulle sponde di Ripa di Porta Ticinese. Cos’altro aggiungere? I fumetti introvabili, il meglio della bigiotteria indiana (?), il vinile dei Joy Division che vi mancava per completare la vostra collezione… è tutto qui!

Fuori dai centri commerciali e indossate le vostre blue suede shoes!

CLICCA SULLA MAPPAmappa milano vintage

CONDIVIDI
Articolo precedente7 idee per start up milanesi
Articolo successivo7 cose che Milano deve cambiare per diventare la nuova Londra
Francesca Bartolino
26 anni, Junior press officer, media e public relations. Collaboratrice all'Università degli studi di Milano - cattedra di Storia dello spettacolo circense e di strada e per Itinera.unimi.it, rivista di filosofia e teoria delle arti. Ho una bellissima famiglia di origini molisane che parla na-našo (sì, il Molise esiste eccome!). Visceralmente appassionata di film, musica (sto imparando a suonare la batteria, ma con molta calma), teatro e cibo etnico... insomma, tutto quello che Milano mi offre ampiamente ogni giorno.

NESSUN COMMENTO