Perché Milano è…?

ricerche google

Abbiamo chiesto al completamento automatico di Google quali sono le caratteristiche salienti della nostra città, in base ai primi suggerimenti proposti alla domanda “Perché Milano è”.

Prima di darvi le risposte, è bene sapere che la selezione dei suggerimenti rispecchia macroscopicamente le attività di ricerca degli utenti e i contenuti delle pagine web, e inoltre, ma solo per gli iscritti ad un qualsivoglia servizio Google, si ispira alle ricerche fatte in passato dal profilo specifico. Il tutto, messo in ordine da un efficientissimo algoritmo.

Per gli italiani

ricerche google

Perché Milano è importante, la più gettonata, genera 48.500.000 risultati (!).

Le risposte arrivano da Vogue, da Tignale.org e da noi, e in un certo senso racchiudono i dubbi espressi in tutte le altre query di ricerca.

Milano è importante per l’economia italiana, della quale la moda è uno dei fiori all’occhiello: qui vengono fatti 21 miliardi sugli 87 totali prodotti dal settore in Italia ogni anno. Milano è unanimamente considerata una capitale del design, è la prima città in Italia per offerta di facoltà, ha 60 musei e 150 tra gallerie e studi d’arte.

Leggi anche: Alma Mater Mediolanum

Su Tignale.org, si sottolinea candidamente come Milano sia sede del Teatro alla Scala, del Teatro degli Arcimboldi, del Duomo e della Galleria Vittorio Emanuele II, hotspots forse scontati per chi li conosce, ma potenziali veicolatori di Sindrome di Stendhal per i neofiti.

Poi milanocittastato.it, mai banale, elenca i 10 motivi per cui Milano dovrebbe essere la capitale d’Europa.

ricerche google

Perché Milano è famosa genera 1.140.000 risultati. Gli spunti più interessanti ci giungono dal redivivo Yahoo Answers, in cui vengono citati, oltre ai landmark storici, i negozi, gli aperitivi e tutto ciò che si può raggiungere nelle sue immediate vicinanze: laghi, fiumi, monti e la Svizzera.

Leggi anche: Le 10 migliori spiagge a distanza di un week end da Milano

Con “perché Milano è la capitale economica d’Italia” troviamo 9.470.000 risultati, un’invettiva infuocata sul Foglio che spiega come Milano sia una locomotiva, purtroppo a sé stante, per l’Italia, capace di generare numeri all’altezza delle migliori realtà europee, e una traduzione di un pezzo di Beppe Severgnini pubblicato sul New York Times, dove si sprona la città a diventare, con le sue eccellenze, punto di riferimento e traino per la nazione intera.

ricerche google

Perché Milano è bella” batte “Perché Milano è brutta14.000.000 a 6.800.000 voci.

In un sondaggio lanciato sul nostro sito il 2 maggio 2018, nelle dieci possibili risposte da dare alla domanda sul motivo della bellezza di Milano, ha vinto “perché hai una metropoli dentro un paese”: è piccolina, ti accoglie, ti senti sempre a casa, è tutto facile come nelle realtà di paese ma con i servizi delle più grandi metropoli del mondo.

Nei motivi della bruttezza di Milano viene citata la mancata renovatio urbis che ha invece interessato, a partire dalla Roma di Papa Giulio II, città come la Firenze di Brunelleschi, la Venezia di Sansovino e la Ferrara di Rossetti, a cavallo tra il 1400 e il 1500. Milano sarebbe invece “urbanisticamente mutilata”, in maniera irrimediabile dato che, in questa visione, la parte storica è tagliata fuori dal resto della città.

Leggi anche: Perché Milano è fatta a cerchi?

Perché Milano è meglio di Roma ci propone addirittura 60.500.000 risultati e un libro.

La rivalità tra le due città è tanto antica quanto marcate sono le caratteristiche che le contraddistingono. Tra tutte, è evidente come Milano sia una città internazionale e proiettata all’Europa, mentre Roma, a detta degli stessi romani, è come un grande, grandissimo paese di provincia.

Ma si possono anche fare paragoni non scontati, come quello tra i loro due siti icona.

ricerche googleInfine, una curiosità linguistica: “Perché Milano è chiamata città meneghina“, proposta 30.000 volte.

Il motivo è presto detto. “Meneghino” deriva dal nome del noto personaggio del teatro milanese, poi maschera della commedia dell’arte, reso famoso nel Seicento dallo scrittore Carlo Maria Maggi. Un servo ridicolo e codardo, fedele al proprio padrone, ma vittima di raggiri e zimbello di tutti. Sia ben chiaro, la maschera è divenuta emblema di Milano per essere tipicamente spavalda a parole, ma laboriosa, ospitale e allegramente cordiale.

Leggi anche: Meneghini o bauscia?

Per gli stranieri

ricerche google

Attenzione, perché all’estero, al di là delle lusinghe di cui sopra e delle diatribe tra AC Milan e UEFA, si chiedono perché la nostra sia una città così cara.

E in effetti, da un recente rapporto della società di consulenza e di investimento UBS Wealth Management, è emerso come Milano sia addirittura la settima città più dispendiosa al mondo, dietro a Zurigo, Ginevra, Oslo, Copenhagen, New York e Tokyo.

A pesare è il rapporto tra salari e prezzi al consumo: Milano scende appunto al 27° posto quando si parla di guadagni medi. Ma, evidentemente, è un qualcosa che percepiscono anche i turisti, comunque per fortuna in costante aumento: oltre 9 milioni quelli che hanno pernottato nell’area metropolitana lo scorso anno, con una crescita del 10,3% rispetto al 2016.

ricerche google

Se la relazione tra Milano e Google vi ha incuriosito, potete seguire in diretta l’andamento della nostra città sul non plus ultra dei motori di ricerca qui, proprio come se fosse un mercato azionario.

Oppure scoprire come se la cava l’Italia in un contesto europeo, su questa mappa.

SPOILER ALERT: il termine più associato alla nostra nazione ci accomuna a Lettonia, Lituania, Ucraina, Irlanda del Nord, Bulgaria, Macedonia Settentrionale, Grecia, Bosnia Erzegovina, Montenegro e Portogallo, ed è “poor”, povera.

 

HARI DE MIRANDA

 

Leggi anche:
* 10 città stato del mondo che possono ispirare Milano
* E ora Milano Città Stato! Se non lo fa l’Italia, si può chiederlo all’Europa
* Milano Città Stato sarebbe un bene soprattutto per l’Italia
* Primo passo del consiglio comunale verso Milano Città Stato
* Corrado Passera: Milano Città Stato è il più interessante progetto che ci sarà in Europa nei prossimi anni
* “Proviamoci. Mi impegnerò personalmente”. Beppe Sala a Milano Città Stato

VUOI CONTRIBUIRE ANCHE TU A TRASFORMARE IN REALTA’ IL SOGNO DI MILANO CITTA’ STATO?
SERVE SCRIVERE PER IL SITO, ORGANIZZARE EVENTI, COINVOLGERE PERSONE, CONDIVIDERE GLI ARTICOLI, PROMUOVERE L’ISTANZA, AIUTARE O CONTRIBUIRE NEL FUNDING, TROVARE NUOVE FORME UTILI ALL’INIZIATIVA.
SE VUOI RENDERTI UTILE, SCRIVI A INFO@MILANOCITTASTATO.IT (OGGETTO: CI SONO ANCH’IO)