Quando e perchè i navigli vennero coperti

3 marzo 1928. In epoca fascista viene chiesto al Ministero dei lavori pubblici, con esito positivo, il permesso di copertura della cosiddetta “fossa interna”, il tratto di naviglio da Piazza San Marco fino a Porta Genova. La motivazione era dettata da necessità viabilistiche ed igieniche, per gli scarichi abusivi degli immobili adiacenti nella fossa interna anziché nella rete fognaria.

La copertura dei navigli ha luogo tra il 1929 e il 1930, creando al loro posto un anello di strade chiamate Cerchia dei Navigli. I navigli cingevano anche il fossato del Castello e proseguivano poi per piazzale Cadorna.
A intervalli di tempo si riparla di una riapertura dei navigli: l’ultima proposta è avvenuta in occasione dei preparativi per l’Expo 2015.