Le quattro meraviglie di Milano: breve storia e curiosità

Nel Medioevo erano considerate le quattro meraviglie di Milano: Duomo, Castello Sforzesco, Palazzo Ducale e Ospedale Maggiore.

Duomo di Milano. Dedicato a Santa Maria Nascente, è la terza chiesa cattolica più grande del mondo, dopo San Pietro e la cattedrale di Siviglia, e ci vollero circa 500 anni per completarlo.
La Madonnina venne inaugurata alla fine del 1774.

Castello Sforzesco. Fu costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, fra il Cinquecento e il Seicento era una delle principali cittadelle militari d’Europa. È uno dei più grandi castelli d’Europa e un caso raro al mondo di grande castello nel centro cittadino.

Palazzo Ducale. Nato con il nome di Palazzo del Broletto Vecchio, fu sede del governo della città durante il periodo dei comuni nel basso medioevo. Il palazzo assunse il ruolo di Palazzo Ducale, cioè sede del Ducato di Milano, e secoli dopo prese il nome di Palazzo Reale che conserva ancora oggi.

Ospedale Maggiore. La Ca’ Granda è stato il primo ospedale di Milano, fondato nel 1456 da Francesco Sforza. Nato come ospedale dei poveri, fu però fin dall’inizio l’ospedale dove si curavano malati con speranza di guarigione. Le malattie croniche venivano curate in ospedali fuori città. Tra il 1895 e il 1929 l’Ospedale fu smembrato e trasferito in altre sedi, mentre la struttura divenne la sede dell’Università Statale. Insieme allo spostamento si decise di creare un grande ospedale generale a Niguarda. L’ospedale di Niguarda mantenne il nome di Ca’ Granda, mentre il Policlinico tenne il nome di Ospedale Maggiore.