Lanciò la moda di abbellire i palazzi in modo sgargiante

Il palazzo fu edificato nel seicento per volere del conte Carlo Bolagnos. Si contraddistinse subito tra i palazzi di Milano per lo stile sfacciato ed esuberante. Fino ad allora, infatti, i nobili milanesi miravano più ad abbellire gli interni che gli esterni.
Nell’ottocento fu acquistato dai Visconti di Modrone che vi misero numerosi stemmi viscontei. Durante la guerra fu seriamente rovinato dai bombardamenti. Oggi alcune sue sale sono disponibili per eventi privati.